FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

Hezbollah, Syrian army cooperate to ambush Jabhat al-Nusra fighters. Video Released Showing Hezbollah Operating near Golan, hezbollah-ambush. Click here to watch: Rare Video Released Showing Hezbollah Operating near Syrian Golan, Less than a week after a strike attributed to Israel killed senior Hezbollah officers, a Lebanese television channel published on Saturday an unusual video allegedly showing cooperation between the Syrian military and the Lebanese terror group. The combined forces are seen setting an ambush for Jabhat al-Nusra, al-Qaeda's affiliate in Syria. According to media reports, some 30 rebel fighters were killed and dozens wounded in the incident. According to the Al Jadeed report, the ambush was set on Friday afternoon. The video was also released on Al-Manar, Hezbollah's official channel. The Lebanese channels claimed the ambush occurred on the road between Damascus and Sweida in southwestern Syria. Al-Manar initially quoted Al Jadeed, but eventually featured the same pictures and claimed the ambush was initiated by the Syrian military – not mentioning Hezbollah's involvement or the word "Golan" as mentioned by the unaffiliated Lebanese channel.
Watch Here. The footage was exceptional as Hezbollah has made significant efforts that its activities in southern Syria were not reported and documented by Lebanese media outlets, likely as it has attempted to play down its involvement in the hotspots on the southern front, near Israel. In line with that policy, Hezbollah chief Hassan Nasrallah said – a mere three days before the strike in Quneitra –his activists do not operate directly in the Golan Heights. Now, however, after the assassination of the Hezbollah officers near the border, the policy of denial will likely change. Last Sunday an aerial vehicle fired two missiles which hit vehicles driving near the Israeli border on the Syrian Golan. Six Hezbollah members were killed in the strike, including Jihad Mughniyeh, as well as an Iranian general. Arab media outlets attributed the strike to the Israeli Air Force, but no official response has been issued by Jerusalem.
Source: Ynet. You Will Be Shocked By What This Child, Who Was Captured By ISIS, Is Saying!
===================
Anonymous US officials bash PM Netanyahu - CLICK if images do not display, Krauthammer on US-Israel Tension
Click here to watch: Krauthammer on How Israel Tension Raises Questions on Iran. As tensions rose between Israel and the Obama administration over Prime Minister Benjamin Netanyahu’s early March visit to Washington to address Congress and AIPAC, and President Barack Obama’s refusal to meet with him, the White House tossed out a justification Thursday for its apparent snub. The president, the White House said, was not boycotting the prime minister because he had set up the Congressional address behind the White House’s back, but because “as a matter of long-standing practice and principle, we do not see heads of state or candidates in close proximity to their elections, so as to avoid the appearance of influencing a democratic election in a foreign country. A check of over 50 meetings with world leaders at the White House during the Obama administration reveals that none of those meetings was conducted two weeks before any of the visitors’ elections. The closest such session was a 2009 meeting with Chancellor Angela Merkel, who sat with Obama in Washington just over two months before German federal elections, which she won. French president Nicolas Sarkozy spoke with Obama in 2012 less than a month before his defeat by the Socialist Francois Hollande, but that was a video teleconference, not a face-to-face at 1600 Pennsylvania Ave. Further back, however, there is a precedent for election-proximate White House meetings, it involves Israel, and Netanyahu was the intended victim. In 1996, prime minister Shimon Peres, fighting a close campaign against challenger Netanyahu, visited the Clinton White House on April 30, just less than a month ahead of the May 29 elections. Peres’s substantial lead, in the aftermath of the assassination of Yitzhak Rabin, was crumbling due to a series of suicide bombings in early spring. In town for the AIPAC annual conference, as Netanyahu will be, Peres met with Clinton in ostensible preparation for additional work on peace agreements with Palestinian leader Yasser Arafat. In the wake of the March 1996 bombing spree that killed 62 Israelis, Peres and Clinton signed an anti-terrorism agreement at a ceremony – one of three separate meetings that Peres held with Clinton that week amid myriad photo-ops.
Watch Here. Despite Clinton’s attempts to shore-up Peres’s claim that he could offer Israelis security as well as peace, Netanyahu – who ran promising exactly that – narrowly defeated Peres. Still, Clinton’s first move after the elections was to reach out to Netanyahu and invite him to the White House. A previous US president had also helped Labor, in the previous election year, 1992. Likud prime minister Yitzhak Shamir was forced to defend himself domestically against allegations that he had damaged US-Israel ties through intransigence, particularly over his administration’s settlement policy. The George HW Bush administration – and particularly secretary of state James Baker – delayed providing Israel with vital loan guarantees, with Baker placing conditions on the financial support that Shamir could not accept without alienating his right-wing base. When Labor’s Yitzhak Rabin defeated Shamir, the loan guarantees showed up within two months. “Baker’s intention was clear: He would not give Shamir the loan guarantees if it would help him politically in what was to become an election battle that year with Rabin,” wrote Aaron David Miller, a distinguished scholar at the Woodrow Wilson International Center for Scholars, in a December 2014 column in The Daily Beast. Shamir, like Netanyahu, had a history of tense stand-offs with the White House. In October 1989, Shamir announced a “private” visit to Washington, but was hoping for an audience at the White House to discuss his ideas for a peace plan with the Palestinians. The Bush administration had presented its own proposal in March, and Shamir was still reticent. By late October, the White House refused to say whether or not Shamir would score a top-level meeting. When asked about the possibility, Baker laconically replied that “I’m not familiar with what the President’s schedule is three to four weeks in advance.” Shamir’s trip would have marked the first time that an Israeli prime minister came to Washington without receiving a White House invite, but the crisis was avoided two weeks before the visit when Shamir’s cabinet voted to accept the Baker plan. Three days after the cabinet vote – and two days after Bush said that he wasn’t even sure Shamir was coming to Washington – the White House finally extended an invitation and the two met.
Source: Times of Israel. The Video OBAMA Didn’t Want To Get Out… Screen-Shot-2013-12-31-at-3.48.02-PM
======================================
Gentile sostenitore, la settimana scorsa ti ho scritto, come anche ad altre persone della mia lista email, un messaggio invitandoti ad abbracciare la devozione alla Madonna che scioglie i nodi, tramite la sua novena. Sono rimasto molto sorpreso di tutte le richieste che mi sono pervenute, mi ha reso veramente molto contento.
E questo mi porta a scriverti. Se tu hai già il libricino con la novena alla Madonna che scioglie i nodi, ti chiedo di inviare questo messaggio alla tua lista di amici. E anche di postarlo nella tua bacheca facebook. Magari potrai fare del bene ad una persona che ha un grande bisogno spirituale, che aspetta da qualcuno un consiglio, una mano amica.
Tantissime persone hanno già abbracciato la devozione alla Madonna che scioglie i nodi. Alcune sono già state esaudite, altre aspettano con fiducia una risposta dalla Madre di Dio alle loro suppliche. Conosciuta anche come “la novena che distrugge il diavolo”, è una richiesta di aiuto e un modo per affidarsi alla Madonna, affinché Lei sbrogli vecchi e irrigiditi nodi, quelli per cui crediamo non ci sia più nulla da fare! Tutti, nessuno escluso, nell’arco della propria vita siamo incappati in un nodo apparentemente inestricabile: un litigio in famiglia, una relazione matrimoniale logora, una malattia, una situazione economica difficoltosa, un lavoro da trovare, un momento di smarrimento o di allontanamento da Dio.
Queste sofferenze, questi nodi, nelle mani della Madre di Dio, che intercede per noi presso Gesù, possono trovare sollievo e consolazione, essere accolti e sciolti amorevolmente.
Puoi chiedere qui la novena a Maria che scioglie i nodi, e puoi anche indicarci altre persone a cui saremo lieti di inviare questo libricino.
Sarò così lieto di inviarle una copia del libricino, del tutto gratuitamente. http://www.lucisullest.it/
Fin dall’inizio questa devozione è stata legata alla protezione della famiglia e possiamo con fiducia affidare a Maria i dolorosi nodi dei litigi familiari, delle incomprensioni tra genitori e figli, del risentimento fra gli sposi, della mancanza di pace nella famiglia.
I nastri delle nostre vite, lunghi e intricati come solo gli uomini li sanno annodare, trovano nella Madre di Dio e Madre nostra una casa accogliente.
Quindi, desidero donarti il libricino con la novena a Maria che scioglie i nodi, nel caso tu non ce l’abbia ancora. Per riceverlo basta cliccare sul bottone che trovi qui sotto.
===================
IDF Deploys Massive Force on Lebanon Border. Click here to watch: IDF Deploys Largest Force on Lebanon Border Since Second Lebanon War
Defense Minister Moshe Ya'alon (Likud) assessed the Northern Command headquarters in Tzfat (Safed) on Friday, in a special meeting attended by the GOC Aviv Kochavi, Chief of Operations Gen. Yoav Har-Even and other senior IDF officials. During the assessment, Ya'alon examined whether the Northern Command is sufficiently prepared for the possibility of an attack from Israel's northern neighbors, including Hezbollah in Lebanon and any number of groups from Syria. "We must be prepared and ready for any attempt to challenge us, in view of the calls heard on the other side [for war]," Ya'alon stated. "It is important to continue to remain calm and patient, and know the most appropriate means to respond." "Israel sees governments, regimes and organizations across the northern border as responsible for what is happening in their territory, and they should know that [attacks would] take a toll in any case of violation of Israeli sovereignty, civilians and soldiers," he warned. "We will not tolerate attempts to harm us and we will respond forcefully to any such attempts." The Defense Minister called on northern residents and travelers in the area to keep their daily routines, and follow the instructions of the IDF if necessary. "We will continue to act with determination, responsibility and discretion to ensure the safety of the citizens of Israel," he clarified.
Watch Here. While Defense Minister Moshe Ya'alon (Likud) has tried to allay fears claiming digging sounds residents on the northern border have been hearing for years are not Hezbollah constructing terror tunnels, a new video records what clearly appears to be the sound of underground digging. When asked about the noises earlier this month, Ya'alon claimed "no tunnels have been located on the northern border. Noises that were heard beneath a home turned out to be a neighbor's horse stomping with his hooves." But a new video posted on YouTube Wednesday, said to have been filmed at nighttime in the moshav Shtula right on the border with Lebanon, has many seriously doubting Ya'alon's claims. Highlighting fears for many is the fact that the government was unwilling to destroy Hamas's terror tunnels in Operation Protective Edge despite their existence being known, with the government agreeing to ceasefires with Hamas before the tunnels were lethally unveiled, indicating a willingness to leave them in place. Tensions with Hezbollah have been raised sharply in recent days, after a top terrorist in the organization was killed in an Israeli airstrike, just days after Hezbollah chief Hassan Nasrallah threatened to conquer the Galilee.
Source: Arutz Sheva. Pat Condell Just Ended The #1 Debate Going on in the World Right Now
Today's Most Watched Video
======================================
Ciao lorenzo, c'è una petizione che potrebbe interessarti. Aiutiamo Asal intrappolata in Ecuador #AiutiamoAsal
Sabri Najafi. Welsberg, Trentino-Alto Adige. Firma la petizione. Asal Alinejad è una ragazza iraniana che ha vissuto e studiato per due anni in Italia, a Pisa, dove ha frequentato "Lingue e letterature straniere" presso l'università. Nel novembre 2012 ha ricevuto un'offerta di lavoro come insegnante volontaria in Ecuador. Ha accettato, pensando che sarebbe stata una buona occasione per imparare lo spagnolo. Ora, però, si ritrova intrappolata: costretta a vivere ad Ambato, una piccola città sulle Ande, senza lavoro né diritti.
Senza, soprattutto, la possibilità di raggiungere l’Italia, dove vorrebbe tornare per completare gli studi e vivere in libertà.
Due anni fa, non appena arrivata in Ecuador, Asal si sente dire che la scuola dove dovrebbe lavorare sta per chiudere. Intenzionata comunque a imparare la lingua, decide di restare. Cerca un’altra occupazione e viene assunta in un albergo. Dopo sette mesi, per una serie di problemi legati al lavoro e al visto turistico, si convince a tornare in Italia. Ecco, allora, l’inizio del calvario. Il suo permesso di soggiorno in Italia non è più valido e per rinnovarlo ha due sole possibilità: restare in Ecuador, affidandosi alla macchinosa burocrazia del Paese, o tornare in Iran. Per motivi politici, la seconda alternativa non le è possibile. Sono trascorsi due anni, durante i quali Asal ha i visto calpestati i propri diritti di donna e di lavoratrice, ricevendo più volte proposte sessuali in cambio di un aiuto. Incappata in una rete di continue trappole burocratiche, non può fare ritorno in Italia e proseguire i propri studi. Sono nata a Shiraz, una città bellissima nel sud dell’Iran. All’età di 20 anni mi sono trasferita a Teheran dove ho studiato Scienze Politiche.
Nel 1980 ho deciso di partire per l’Italia, spaventata dai provvedimenti del regime di Khomeini. Nella mia vita mi sono sempre battuta per i diritti di genere e per i diritti umani.
Chiedo all’Università di Pisa di produrre un documento per attestare che Asal è una sua studentessa. Solo così potrebbe ottenere un nuovo visto dall'ambasciata italiana a Quito per motivi di studio. Una volta ottenuto il documento, chiedo all’Ambasciata italiana in Ecuador di velocizzare le pratiche perché Asal possa finalmente fare ritorno a Pisa e completare il proprio ciclo di studi. Ciao, Ho appena firmato la petizione, "Aiutiamo Asal intrappolata in Ecuador #AiutiamoAsal".
Credo che questo sia importante. La firmerai anche tu? Ecco il link: http://www.change.org/p/aiutiamo-asal-intrappolata-in-ecuador-aiutiamoasal
Grazie, lorenzo
=============================
Firma per dire basta alle spose bambine. Sponsorizzata da: Terre des Hommes Italia. I genitori pensavano che il matrimonio fosse per lei un riparo, una protezione. Sì perché mentre lei sbocciava, gli uomini e i ragazzi nel villaggio del Nord del Paese dove viveva, avevano cominciato a molestarla. Uno stupro e la rovina dell’intera famiglia o un matrimonio? Di fronte a questa scelta, la mamma e il papà di Rubina hanno preferito consegnarla a un giovane che aveva più soldi di loro.
Nel mondo si stima che siano celebrati ogni anno 14 milioni di matrimoni con ragazze al di sotto dei 18 anni e ogni giorno 20 mila ragazze sotto i 20 anni danno alla luce un bambino diventando baby mamme. Al di sotto dei 15 anni il rischio di complicazioni per la gravidanza e il parto è cinque volte di quello di una donna di 20 anni.
I matrimoni precoci, oltre alla loro natura evidente di forma di sfruttamento e abuso, vanno infatti inseriti all’interno di una violazione generale dei diritti umani, in quanto le spose-bambine vengono profanate dei loro diritti all’infanzia, all’istruzione e a una vita sana. Sembra incredibile pensare come, in così tenera età, ci si possa trovare costretta a scegliere tra la molestia o il matrimonio imposto.
=============================
lettera aperta: Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Un Presidente fuori da qualunque gioco politico #UnPresidenteVergine. Egregio Presidente Renzi, l'informazione tutta concorda sul fatto che l'ultima parola sulla scelta del futuro Capo dello Stato spetterà a Lei
Diretta a Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Questa petizione sarà consegnata a: Presidente del Consiglio. Matteo Renzi
Un Presidente fuori da qualunque gioco politico #UnPresidenteVergine Alessandro Menabue. Modena, Italia
Egregio Presidente Renzi, l'informazione tutta concorda sul fatto che l'ultima parola sulla scelta del futuro Capo dello Stato spetterà a Lei.
Scegliere un Presidente della Repubblica è cosa ben diversa dallo scegliere la nuova tappezzeria per il proprio salotto. La scelta del prossimo inquilino del Quirinale dovrebbe rappresentare il popolo italiano.
Non mi illudo che una petizione improntata su un nome specifico possa davvero influire sulla scelta, ma mi piace pensare che qualora questa lettera venisse sottoscritta da migliaia di cittadini, effettivamente lei presterebbe attenzione almeno al suo concetto. E il concetto è che siamo stanchi.
Per questo, Signor Presidente, le chiedo se davvero sia il caso di fare nomi strettamente politici come quelli che girano in queste ore; se davvero è Sua intenzione essere il responsabile del definitivo e insanabile scollamento tra cittadini e istituzioni, allora proponga un nome come quello di Giuliano Amato, ormai noto ai più per le sue pensioni deluxe da 31000 euro. Provi, Signor Presidente, a commissionare un sondaggio per chiedere agli italiani chi preferirebbero vedere salire al Colle tra la Senatrice Anna Finocchiaro e - scegliamo un nome a caso - Adriano Celentano: il risultato la sorprenderebbe. Adriano Celentano, Lei obietterà, non ha il necessario profilo istituzionale: se usare la propria scorta per fare shopping all'Ikea è invece indice di austero senso delle istituzioni, allora la Senatrice Anna Finocchiaro è la donna giusta al posto giusto.
Sono un cittadino comune caro Renzi, un uomo che in passato ha avuto la sua esperienza di attivismo politico, abbandonata da anni per disillusione e disaffezione. Credo che il mio sentimento incarni davvero il sentimento di moltissimi cittadini.
Ciò che Le si chiede, egregio Presidente, è di essere per una volta vero rottamatore, demolitore di quelle consuetudini autoreferenziali della politica che i cittadini non possono più tollerare. Sono numerose le petizioni a favore di questo o di quel nome. In questa occasione non si propone alcuna personalità, Le si chiede solamente di proporre un candidato proveniente dalla società civile (e, immagino sia superfluo specificarlo, integerrimo), qualcuno che a Palazzo Chigi e Palazzo Madama non ci abbia mai messo piede, nemmeno per sbaglio. Una persona che faccia capire al popolo che le cose forse possono ancora cambiare.
Allora sì, Signor Presidente, che potrà dirsi rinnovatore sul serio.
================================   
Gentile sostenitore, Facendo pagare ad innocenti cristiani le vignette di Charlie Hebdo, una folla di islamisti radicale ha attaccato 45 chiese nel Niger, dove 10 cristiani sono rimasti uccisi questo fine settimana.
Secondo quanto racconta l’edizione digitale di tempi.it, anche le comunità di alcune congregazioni religiose sono state prese di mira e a Zinder circa 300 persone hanno cercato rifugio in un campo militare.
“Siamo ancora sotto shock”, ha dichiarato alla sezione francese di Radio Vaticano il vescovo di Niamey, Mons. Michel Cartatéguy. “Dodici chiese sono state completamente saccheggiate, distrutte, profanate. Tutto è stato bruciato, non resta più niente, tutto ora è un ammasso di cenere e macerie. Solo la cattedrale è ancora in piedi, ma per quanto tempo?” Il vescovo ha riunito in seguito tutti i sacerdoti e i responsabili delle comunità ecclesiastiche “per pregare in silenzio ... Forse stiamo per vivere l’agonia di Gesù nella nostra stessa carne”, ha detto. È indispensabile e urgente In Europa una presa di coscienza della reale problematica della persecuzione dei cristiani nei paesi di matrice islamica.
L’Osservatorio sulla Cristianofobia ha già ottenuto un primo successo nel far accettare dalla Comissione Europea l’appello di tutti i firmatari della petizione "Fermiamo la Cristianofobia" che aveva come obiettivo quello di istituire una Giornata Europea contro la Cristianofobia.
Nell’attesa di un riscontro definitivo e positivo da parte delle istituzioni competenti, continueremo a monitorare e denunciare, grazie al supporto di tutti i sostenitori dell’Osservatorio sulla Cristianofobia, le violenze fisiche, psicologiche, sociali e tutte le discriminazioni che i cristiani devono affrontare quotidianamente in ogni parte del mondo.
Ti invito dunque a continuare a pregare per tutti i fratelli cristiani che si trovano una situazione di difficoltà e di persecuzione. Un cordiale saluto!
==========================
Cari avaaziani, Gli Stati Uniti stanno per imporre all'India lo stop ai farmaci a basso costo indispensabili per milioni di poveri. Ma possiamo convincere Obama, in India nei prossimi giorni, a ridare la speranza a milioni di malati. Firma subito:
firma la petizione. La visita in India del presidente Obama dei prossimi giorni potrà decidere letteralmente tra la vita o la morte di milioni di poveri non solo in Asia, ma anche Africa e America Latina. Ma dobbiamo agire subito se vogliamo salvare la produzione dei farmaci a basso costo di cui il mondo ha bisogno.
Perché fino ad oggi l’India ha potuto produrre farmaci contro l’HIV, la malaria o il cancro a costi bassissimi, grazie a leggi che per una volta mettono l’interesse della popolazione davanti a quello delle multinazionali farmaceutiche. Che ora vogliono bloccare tutto per poter vendere i loro prodotti a prezzi molto più alti. Addirittura sono riuscite a convincere gli Stati Uniti a minacciare sanzioni economiche se l’India non abolirà queste leggi, e stanno tornando alla carica sfruttando le trattative in corso per nuovi investimenti.
Raccogliamo un milione di firme per difendere l’India, in questi anni la preziosissima farmacia dei poveri di tutto il mondo, e poi facciamo arrivare la notizia sui giornali mondiali proprio durante la visita indiana di Obama. Gli consegneremo le firme insieme alla proposta, scritta da esperti del settore, di un accordo che protegga l’accesso ai farmaci da parte dei più poveri. Firma ora!
https://secure.avaaz.org/it/save_cheap_medicines_loc_/?bXGknib&v=52133
Le multinazionali farmaceutiche sostengono che le leggi indiane sui brevetti che permettono di fare prezzi stracciati, impediscono loro di investire in nuovi farmaci. Ma la loro priorità è stata da sempre la ricerca su farmaci su cui possono lucrare, non quelli per i poveri, e impongono prezzi inaccessibili a chi ne ha bisogno: basti pensare che nuovi farmaci contro l'epatite C sono venduti a 1000 dollari a pillola!
Lo scorso ottobre, alla Casa Bianca, il Primo Ministro indiano Modi invitò le multinazionali a fare investimenti per farmaci a prezzi accessibili, e di smettere di usare a trattati ingiusti per guadagnare fino all'ultimo centesimo usando i brevetti. Ma accettò di creare un gruppo di lavoro indo-statunitense sulla proprietà intellettuale, e di pubblicare una bozza di trattato che conteneva concessioni alle aziende farmaceutiche statunitensi.
Obama in questi anni si è battuto in difesa della sua opera di estensione del sistema sanitario negli USA. Allora la nostra ultima occasione è appellarci direttamente a lui prima che parta per l'India, per far sì che spinga Stati Uniti, India e gli altri paesi coinvolti a trovare un accordo che metta la popolazione davanti all’interesse di qualche multinazionale. Firma subito:
https://secure.avaaz.org/it/save_cheap_medicines_loc_/?bXGknib&v=52133
Quando un'enorme casa farmaceutica svizzera portò in tribunale il governo indiano per impedire prezzi accessibili ai farmaci antitumorali, 50mila avaaziani in India e in Svizzera si mobilitarono e anche grazie a loro la causa venne respinta. Ma oggi l’accessibilità dei farmaci per tutti e in tutto il mondo corre un rischio ancora più grande: è il momento di farci sentire di nuovo. Con speranza e determinazione Alex, Bert, Laila, Ricken, Emma, Diego e tutto il team di Avaaz
ULTERIORI INFORMAZIONI
In India costa un dollaro il farmaco che in Italia ne vale mille (Redattore sociale)
http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/476653/In-India-costa-un-dollaro-il-farmaco-che-in-Italia-ne-vale-mille
Ebola: allerta Unicef, Africa occidentale è tutta a rischio (AGI)
http://www.agi.it/estero/notizie/ebola_allerta_unicef_africa_occidentale_e_tutta_a_rischio-201411211906-est-rt10179
India, Novartis perde ricorso contro farmaco generico anti-cancro (Il Sole 24 ore)
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-04-01/india-novartis-limiti-sistema-124851.shtml?uuid=AbIFONjH
PM India in USA: Presto profitti grazie a mediazione di Narendra Modi con CEO USA (Economic Times) - IN INGLESE
http://articles.economictimes.indiatimes.com/2014-10-01/news/54516935_1_ajay-banga-ceos-global-investment-radar
L’India deve poter distribuire farmaci a basso prezzo (Business Standard) - IN INGLESE
http://www.business-standard.com/article/international/let-india-make-cheap-drugs-114121300576_1.html
Commissione India-USA: Accesso ai farmaci potrebbe essere a rischio (Deccan Herald) - IN INGLESE
http://www.deccanherald.com/content/450341/india-us-panel-access-medicines.html
Trattato per gli investimenti in cima all’agenda di Obama(Business Standard - IN INGLESE)
http://www.business-standard.com/article/economy-policy/investment-treaty-tops-obama-s-agenda-115012000026_1.html
Grazie, ora scrivi a Obama e al suo team!
Gli USA stanno facendo pressione sull'India per fermare la produzione di medicine a basso prezzo per i malati che non possono permettersi i prodotti di marca. Grazie per aver firmato la petizione, ora aumentiamo il nostro impatto tramite i social media per ricordare a Obama e a Michael Froman, il suo rappresentante per il commercio, che le persone devono venire prima dei profitti delle multinazionali. Usa i pulsanti qui sotto, qui trovi alcuni spunti di cosa puoi scrivere sulla loro bacheca di Facebook (se non puoi postare sulla bacheca, scrivi nei commenti al loro ultimi post):
 L'India produce farmaci generici che sono l'unica salverzza per milioni di persone in tutto il mondo.
 Contiamo su di voi per difendere l'accesso a questi medicinali durante i prossimi negoziati tra USA e India.
 L'India non dovrebbe demolire le sue leggi sui brevetti a favore dei più poveri per fare un favore agli investimenti USA.
Obama sarà in India tra pochi giorni e per ora ha sentito solo la posizione delle multinazionali farmaceutiche, per questo dobbiamo arrivare il prima possibile a 1 milione di firme e difendere con forza le medicine a basso prezzo per tutto il mondo.
Ora aiutaci a far crescere la campagna inviando l'e-mail qui sotto ai tuoi amici e alla tua famiglia, e pubblica questo link sulla tua bacheca Facebook:
https://secure.avaaz.org/it/save_cheap_medicines_loc_/?tXGknib
Grazie ancora per il tuo aiuto,
Il team di Avaaz
PS: Molte campagne di Avaaz sono lanciare dai membri stessi della nostra comunità! Crea subito la tua e vinci su temi locali, nazionali o anche internazionali: http://www.avaaz.org/it/petition/start_a_petition/
-------
Cari avaaziani,
La visita in India di Obama dei prossimi giorni potrà decidere letteralmente tra la vita o la morte di milioni di poveri non solo in Asia, ma anche Africa e America Latina. Ma dobbiamo agire subito se vogliamo salvare la produzione dei farmaci a basso costo di cui il mondo ha bisogno.
Perché fino ad oggi l’India ha potuto produrre farmaci contro l’HIV, la malaria o il cancro a costi bassissimi, grazie a leggi che per una volta mettono l’interesse della popolazione davanti a quello delle multinazionali farmaceutiche. Che ora vogliono bloccare tutto per poter vendere i loro prodotti a prezzi molto più alti. Addirittura sono riuscite a convincere gli Stati Uniti a minacciare sanzioni economiche se l’India non abolirà queste leggi, e stanno tornando alla carica sfruttando le trattative in corso per nuovi investimenti.
Raccogliamo un milione di firme per difendere l’India, in questi anni la preziosissima farmacia dei poveri di tutto il mondo, e poi facciamo arrivare la notizia sui giornali mondiali proprio durante la visita indiana di Obama. Gli consegneremo le firme insieme alla proposta, scritta da esperti del settore, di un accordo che protegga l’accesso ai farmaci da parte dei più poveri. Firma ora!
https://secure.avaaz.org/it/save_cheap_medicines_loc_/?tXGknib
Le multinazionali farmaceutiche sostengono che le leggi indiane sui brevetti che permettono di fare prezzi stracciati, impediscono loro di investire in nuovi farmaci. Ma la loro priorità è stata da sempre la ricerca su farmaci su cui possono lucrare, non quelli per i poveri, e impongono prezzi inaccessibili a chi ne ha bisogno: basti pensare che nuovi farmaci contro l'epatite C sono venduti a 1000 dollari a pillola!
Lo scorso ottobre, alla Casa Bianca, il Primo Ministro indiano Modi invitò le multinazionali a fare investimenti per farmaci a prezzi accessibili, e di smettere di usare a trattati ingiusti per guadagnare fino all'ultimo centesimo usando i brevetti. Ma accettò di creare un gruppo di lavoro indo-statunitense sulla proprietà intellettuale, e di pubblicare una bozza di trattato che conteneva concessioni alle aziende farmaceutiche statunitensi.
Obama in questi anni si è battuto in difesa della sua opera di estensione del sistema sanitario negli USA. Allora la nostra ultima occasione è appellarci direttamente a lui prima che parta per l'India, per far sì che spinga Stati Uniti, India e gli altri paesi coinvolti a trovare un accordo che metta la popolazione davanti all’interesse di qualche multinazionale. Firma subito:
https://secure.avaaz.org/it/save_cheap_medicines_loc_/?tXGknib
Quando un'enorme casa farmaceutica svizzera portò in tribunale il governo indiano per impedire prezzi accessibili ai farmaci antitumorali, 50mila avaaziani in India e in Svizzera si mobilitarono e anche grazie a loro la causa venne respinta. Ma oggi l’accessibilità dei farmaci per tutti e in tutto il mondo corre un rischio ancora più grande: è il momento di farci sentire di nuovo.
Con speranza e determinazione, Alex, Bert, Laila, Ricken, Emma, Diego e tutto il team di Avaaz
ULTERIORI INFORMAZIONI, In India costa un dollaro il farmaco che in Italia ne vale mille (Redattore sociale)
http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/476653/In-India-costa-un-dollaro-il-farmaco-che-in-Italia-ne-vale-mille
Ebola: allerta Unicef, Africa occidentale è tutta a rischio (AGI)
http://www.agi.it/estero/notizie/ebola_allerta_unicef_africa_occidentale_e_tutta_a_rischio-201411211906-est-rt10179
India, Novartis perde ricorso contro farmaco generico anti-cancro (Il Sole 24 ore)
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-04-01/india-novartis-limiti-sistema-124851.shtml?uuid=AbIFONjH
PM India in USA: Presto profitti grazie a mediazione di Narendra Modi con CEO USA (Economic Times) - IN INGLESE
http://articles.economictimes.indiatimes.com/2014-10-01/news/54516935_1_ajay-banga-ceos-global-investment-radar
L’India deve poter distribuire farmaci a basso prezzo (Business Standard) - IN INGLESE
http://www.business-standard.com/article/international/let-india-make-cheap-drugs-114121300576_1.html
Commissione India-USA: Accesso ai farmaci potrebbe essere a rischio (Deccan Herald) - IN INGLESE
http://www.deccanherald.com/content/450341/india-us-panel-access-medicines.html
Trattato per gli investimenti in cima all’agenda di Obama(Business Standard - IN INGLESE)
http://www.business-standard.com/article/economy-policy/investment-treaty-tops-obama-s-agenda-115012000026_1.html
================================
https://www.youtube.com/watch?x-yt-ts=1421914688&v=LzetqYev_AI&x-yt-cl=84503534#t=84 Caricato il 18 gen 2009
Proof of God. Go beyond Intelligent Design with the scientific case for a Creator.
Dr. Gerald Schroeder delivers a powerful scientific case proving that God's existence is real.
Dr. Schroeder's argument is so powerful that it influenced one of the worlds leading atheist, Antony Flew to accept the reality of an infinitely intelligent God.
If you are looking for scientific proof of God look no further.
To get the mp3 version of this proof that God exists go here http://bit.ly/hmnFMU
for more visit http://ScienceFindsGod.com
=========================
https://www.youtube.com/watch?v=7XRCYlZ4XOQ&x-yt-cl=84503534&x-yt-ts=1421914688 islam penalty for apostasy
Iran is Preparing to Annihilate Israel ... Iran’s sick dream? If you know Persian you can really hear all the gory detail. If not it’s horrifying enough. What modern-day country creates videos about how they will destroy another nation?
Previous PostThe Story of David and Goliath Is Not Just A Story – It REALLY Happened!
Next PostThey Let the Truth Slip out on Live TV!
Understand the Bible completely
=======================
Do Not Stop Sharing This Until Every Person Who Cares About Women Sees This 309,337 views | under Most Watched
Woman Beheaded In Broad Daylight in ‘Moderate’ Muslim Nation While Police Watch Woman Beheaded In Broad Daylight in ‘Moderate’ Muslim Nation While Police Watch 200,855 views | under Most Watched
Finally Al Jazeera Gets the Live on-air Beating it Deserves! Finally Al Jazeera Gets the Live on-air Beating it Deserves! 80,807 views | under Terrorism
[GRAPHIC] Footage of Actual Muslim Slaughterhouse for Christian Organs Released [GRAPHIC] Footage of Actual Muslim Slaughterhouse for Christian Organs Released
http://www.israelvideonetwork.com/graphic-footage-of-actual-muslim-slaughterhouse-for-christian-organs-released/
Proof of such slaughterhouses was leaked by another survivor, who succeeded in recording the grisly aftermath of Muslim butchers.
***WARNING: EXTREMELY GRAPHIC*** Islamic Human Slaughterhouses Revealed 1
Islamic Human Slaughterhouses Revealed 1 Read more at http://www.liveleak.com/view?i=c1c_1395018660#mSFATpirMAAB5uZ1.99
http://www.israelvideonetwork.com/is-this-what-you-want-to-see-on-your-hometown-streets/
=========================
Gentile sostenitore, presto il Parlamento Europeo potrebbe imporre il “diritto all’aborto” a tutti i Paesi dell’Unione Europea, dopo che il giorno 20 la Commissione per i Diritti della donna ha approvato la relazione sulla parità di genere nel 2013 elaborata dal deputato belga di centro sinistra Marc Tarabella.
Come ricorderai, già l’anno scorso avevamo corso il medesimo pericolo con la relazione Estrela su "Salute e diritti sessuali e riproduttivi" che promuoveva l'aborto dentro e fuori l'Europa, imponeva l'ideologia gender e invitava gli Stati membri a proporre corsi scolastici obbligatori di educazione sessuale.
Quella volta centinaia di migliaia di cittadini europei si mobilitarono per protestare contro l’approvazione di questo documento: il risultato fu strepitoso, i deputati europei – “costretti” dall’opinione pubblica – votarono contro.
Adesso, per ripetere quella straordinaria vittoria ed evitare una catastrofe dalle proporzioni morali incalcolabili, ti chiedo di firmare una petizione indirizzata ai deputati del Parlamento europeo perché prendano nuovamente posizione contro questa nuova risoluzione.
==================
WARNING: GRAPHIC IMAGES - CLICK if images do not display. Terrorist Goes on Stabbing Rampage on Tel Aviv Bus
telaviv-stabbing-spree. Click here to watch: Terrorist Goes on Stabbing Rampage on Tel Aviv Bus
A terrorist stabbing attack took place Wednesday morning on a bus in central Tel Aviv, on Begin Road, near Beit Maariv. The terrorist in an Arab man, reportedly from Judea and Samaria. Videos taken a few minutes after the attack show wounded civilians receiving first aid from emergency teams. Up to 17 people were reported wounded in the stabbing. There are varying accounts regarding the number of seriously wounded. According to the most recent account, at least two people are suffering from serious or critical wounds, four are said to be moderately wounded, and the rest are suffering from shock. According to Channel 2, four people are seriously wounded. The wounded were taken to Ichilov and Tel Hashomer hospitals. An eyewitness told IDF Radio that two of the wounded were very seriously hurt, having been stabbed "in the brain (and) in the neck." He said that some of the wounded got away from the bus and advanced about 100 or 150 meters before collapsing. The stabbing rampage took place inside the #40 line bus. The terrorist reportedly stabbed the driver first, and this prevented the driver from opening the bus's doors to let the passengers escape. The doors were reportedly opened by one of the passengers. He then got off the bus and was chased by police on Hamasger Street. According to police, a team from the Israel Prisons Service's elite Nachshon unit happened to be driving behind the bus when the attack took place. The officers got off the car and gave chase to the terrorist, shot him in the leg and arrested him. He is reportedly 23 years old and a resident of Tulkarem in Samaria, who was in Israel illegally.
Watch Here. Hamas condoned on Wednesday a stabbing attack on a Tel Aviv bus which left nine people injured, calling it an act of heroism. Izzat al-Risheq, a senior Hamas official, said the stabbing attack "against Zionists in Tel Aviv is a brave and heroic act." The event was deemed a "natural response to Israeli terrorism," by Hamas Spokesperson Sami Abu Zuhri, who issued an official statement as events unfolded in Tel Aviv. The incident, the statement said, was a response to ongoing "Israeli crimes" against the "Palestinian people".
Source: Arutz Sheva. *** Footage of Actual Muslim Slaughterhouse for Christian Organs Released
muslim-slaughterhouse Today's Most Watched Video http://www.israelvideonetwork.com/graphic-footage-of-actual-muslim-slaughterhouse-for-christian-organs-released/?omhide=true&utm_source=MadMimi&utm_medium=email&utm_content=Breaking+News+Video%3A+Terrorist+Goes+on+Stabbing+Rampage+on+Tel+Aviv+Bus+%28Graphic%29&utm_campaign=20150121_m124073987_1%2F21+Breaking+News+Video%3A+Terrorist+Goes+on+Stabbing+Rampage+on+Tel+Aviv+Bus+%28Graphic%29&utm_term=muslim-slaughterhouse_jpg_3F1421828366 Proof of such slaughterhouses was leaked by another survivor, who succeeded in recording the grisly aftermath of Muslim butchers.
***WARNING: EXTREMELY GRAPHIC*** Pubblicato il 03 nov 2014 https://www.youtube.com/watch?x-yt-ts=1421914688&v=l9IoJvUWHu0&x-yt-cl=84503534
Theodore Shoebat interviews Serbian Special Forces fighter on how Muslims Open The Bodies Of Christians While They Are Still Alive, And Sell Their Organs
/watch?x-yt-ts=1421914688&v=l9IoJvUWHu0&x-yt-cl=84503534
 Leydeen Medrano Islam is evil, I can't unrdestand how they can be this way. Muslims Dissect Christians And Sell Their Organs: http://youtu.be/l9IoJvUWHu0
William E Lanning Jr Sono d'accordo con Leydeen Medrano che il culto dell'Islam è il male ed è stato creato da un pedofilo assassinando di nome Muhammad. Sono d'accordo con cak Noris e Metim ti ga in quanto il culto dell'Islam deve essere spazzato via e tutti coloro che sono stati indottrinati o in esso dalla nascita o erano abbastanza stupido a farne parte come gli adulti hanno bisogno di essere illuminati per la sua ipocrisia e la menzogna. Sono anche d'accordo con smilycat3a che jamess nikol è un idiota.
I agree with Leydeen Medrano that the cult of Islam is evil and was created by a murdering pedophile named Muhammad. I agree with Čak Noris and metim ti ga in that the cult of Islam needs to be wiped out and all those who were either indoctrinated into it from birth or were moronic enough to join it as adults need to be enlightened to its hypocrisy and lies. I also agree with smilycat3a that nikol jamess is an idiot.
============================
Charlie Hebdo, Abu Omar: “La colpa è di Papa Ratzinger”
La strage di Charlie Hebdo? L’ex imam di Milano Abu Omar punta l’indice contro il Papa, ma non solo. “Tutti hanno responsabilità per quanto accaduto in Francia”, dice l’egiziano noto per il suo sequestro a Milano nel 2003, in un’intervista ad Aki-Adnkronos International. Nel mirino del religioso c’è infatti la stessa rivista, la magistratura francese, ma soprattutto il Vaticano che “avrebbe dovuto prendere posizione» contro le vignette ’blasfeme’ pubblicate in passato da Charlie Hebdo, che sarebbero il movente dell’attacco di ieri.
Posizioni – La rivista “ha sbagliato quando ha pubblicato le vignette – dice Abu Omar – perché le ha pubblicate senza considerare il sentimento dei musulmani francesi. E anche i giudici hanno sbagliato, perché hanno preso le difese del giornale con la scusa della libertà di espressione, nonostante la stessa magistratura francese abbia preso posizioni molto dure contro i negazionisti dell’olocausto”. Ancora, secondo l’imam, anche il Vaticano e il pontefice di allora, Joseph Ratzinger, “avrebbero dovuto prendere posizione sull’argomento e spiegare che la pubblicazione di quelle vignette è contro gli insegnamenti celesti”. Infine Abu Omar ammette che la responsabilità è anche dei giovani che hanno eseguito l’attentato, che “avrebbero dovuto considerare che vivono in una società europea dove attaccare le cose sacre è normale”. “Avrebbero potuto reagire – dice – con manifestazioni e con un’opposizione pacifica, spingere la gente a pensare in modo ragionevole, senza usare la violenza”.
Conseguenze – Le conseguenze più gravi dell’attentato, secondo Abu Omar, sono per i musulmani che vivono in Occidente. “Questa azione – conclude – farà aumentare l’islamofobia e danneggerà la posizione degli immigrati musulmani in Europa”.
===============================
Come affrontare l’emergenza dopo Parigi!
Combattere il terrorismo non è mai stata impresa semplice, ma oggi le aggressioni dell’ISIS, di Al Qaeda e di chi raccoglie il loro invito a spargere terrore in Occidente esigono livelli superiori di attenzione e di azione. Esigono la volontà di investire più che di lanciare appelli verbosi o di produrre mielosa solidarietà: investire non in chiacchiere, ma in denaro, in uomini, in intelligenza e in coraggio.
In denaro, anzitutto, cioè in mezzi. Il terrorismo non si combatte a parole. L’Italia è da tempo attrezzata con le proprie leggi e con un qualificato sistema di sicurezza; dopo l’11 settembre 2001, e soprattutto dopo gli attentanti di Londra e di Sharm-el-Sheik del 2005, essa ha adeguato le disposizioni di prevenzione e di repressione in modo esemplare rispetto ad altri Stati occidentali. Quel che manca non sono le norme: è un’azione di governo della sicurezza che elimini lacune organizzative e fornisca agli operatori ulteriori indispensabili strumenti. Il profilo del terrorista che agisce da solo o con pochissimi complici non è una novità, e meraviglia che qualcuno la consideri una sorpresa: Theo Van Gogh, regista olandese “colpevole” di aver filmato un corto sulla donna nelle società islamiche, fu ucciso nel novembre 2004 da Mohammed Bouyeri, un giovane solitario che fino a un paio d’anni prima conduceva una vita tranquilla, e poi aveva iniziato a frequentare siti e soggetti ultrafondamentalisti: prima dell’omicidio costui non era mai stato controllato, benché trovato in possesso di scritti apologetici dell’eversione di matrice islamica. I nomi di Tamerlan e Dzhokhar Tsarnaev, i fratelli responsabili della strage della maratona di Boston nell’aprile 2013, erano stati segnalati alla polizia del luogo, ma invano. Era da solo il libico Mohammed Game, che il 12 ottobre 2009 faceva esplodere una bomba all’ingresso della caserma S. Barbara di Milano, ma i suoi scritti erano ben noti nella rete.
Una minaccia così parcellizzata, le cui caratteristiche trovano conferma negli attentati di Parigi, esige fra gli uomini dei servizi, i poliziotti e i carabinieri anzitutto una conoscenza più estesa della lingua araba. Non si può fare affidamento esclusivo sugli interpreti, sia perché costoro sono sempre di meno e sempre più minacciati, sia perché esiste un margine di affidabilità, derivante dalla formazione: un conto è che un colloquio sia ascoltato e compreso da un professionista della sicurezza, un conto che le frasi siano percepite e decriptate da una persona estranea e spesso straniera, la cui esegesi spesso genera equivoci. A fianco a ciò, vanno moltiplicati i corsi di formazione del retroterra ideologico e delle modalità di attacco dei possibili attentatori: anche questi costano. Su questo versante la spending review fa danni, e quelli già prodotti vanno rimediati al più presto.
Investire in uomini. Ieri il ministro Alfano ha opportunamente richiamato l’importanza della rete, e dei messaggi di reclutamento, indottrinamento e incitamento che viaggiano attraverso di essa; è qualcosa che però stride col ridimensionamento – in corso da mesi – della Polizia postale, che è la realtà più attrezzata per monitorare internet e per individuare e fermare i messaggi stessi. Stride con la soppressione di tanti presidi di polizia, soprattutto alle frontiere e sui mezzi di trasporto. Come stride con la difficoltà a remunerare trasferte e straordinari. Come si fa a seguire soggetti pericolosi quando si ha la certezza che il lavoro oltre l’ordinario non viene remunerato?
A proposito degli uomini, se qualche modifica normativa va fatta, è per applicare al versante terrorismo modalità di intervento giudiziario simili a quelle del contrasto alla mafia: da oltre vent’anni la criminalità mafiosa è repressa grazie a un coordinamento delle indagini che fa perno sulle direzioni distrettuali antimafia (il cui territorio di competenza è la corte di appello, più ampio di quello dei tribunali) e della direzione nazionale antimafia. Non esiste qualcosa di simile per il terrorismo: istituire una procura nazionale antiterrorismo, con sedi territoriali distrettuali, ovvero una sezione ad hoc nell’attuale sistema delle procure antimafia, otterrebbe il positivo duplice risultato di indagini meno frammentate e di professionalità più elevate; e se alla specializzazione degli inquirenti si facesse corrispondere la specializzazione dei giudicanti, con la costituzione di sezioni dedicate a queste vicende criminali, si eviterebbero fraintendimenti ed equivoci grazie alla più attenta conoscenza della realtà di fatto sottoposta al giudizio. Si eviterebbe, per es., di sostenere, come è accaduto in sentenze pronunciate in Italia, che chi faceva attentati in Iraq non era terrorista ma “resistente”, o che non vi fosse la prova della natura terroristica di organizzazioni invece iscritte nelle black list dell’Onu o dell’Ue, come il Gruppo salafita per la predicazione e il combattimento.
Investire in intelligenza, oltre che in intelligence. Va messo da parte il buonismo di chi pensa che nel confronto con i fedeli dell’islam il problema siamo noi e non loro, ma anche il radicalismo di chi afferma che tutti i musulmani sono terroristi. È un’illusione immaginare di sconfiggere il terrorismo senza un collegamento organico con le comunità islamiche presenti in Italia non connotate da tendenze ultrafondamentaliste: un lavoro in tal senso era iniziato con profitto qualche anno fa al Viminale, con il Comitato per l’islam italiano, ma non è stato proseguito. Va ripreso e rilanciato, non all’insegna dello scambio di buone intenzioni, bensì – come è avvenuto fino al 2011 – della individuazione concordata di buone prassi: dalla regolamentazione dei luoghi di culto allo statuto delle associazioni islamiche, dalla trasparenza nella predicazione degli iman alla segnalazione e marginalizzazione degli esagitati, puntando su una base etica e giuridica realmente condivisa nell’interesse di tutti.
Investire in coraggio. Chi oggi colpisce Parigi progetta attentati ovunque in virtù di appelli alla guerra santa che provengono dai luoghi di insediamento dell’Isis e di Aò Qaeda. Colpire le basi di questi ultimi è indispensabile per indebolirne la capacità di attrazione, di propaganda e di semina del terrore. Anche per questo la difficile costruzione di una coalizione ampia, che parta da Usa e Ue ma includa Stati a maggioranza islamica, è il modo migliore per dimostrare nei fatti che il nemico non è una confessione religiosa ma sono i criminali tagliagole, e che si vuole realmente debellare questi ultimi. Nei Parlamenti nazionali e in quello di Strasburgo sarebbe importante ascoltare un programma di lavoro in tale direzione: il resto, deplorazioni incluse, sono chiacchiere. (Alfredo Mantovano, Lanuovabq, 10/01/2015)
===============================
Aceh, porta i suoi studenti in chiesa: accusata di proselitismo e minacciata!
Rosnida Sari, insegnante musulmana, ha chiesto a un sacerdote di raccontare ai suoi ragazzi la storia della costruzione dell’edificio di culto cattolico. Una campagna stampa fomenta gli integralisti islamici, che ora le “consigliano” di andarsene. Società civile a sostegno della donna: “Insegna pluralismo e tolleranza”.
Jakarta (AsiaNews) – Gli estremisti islamici della provincia indonesiana di Aceh hanno “consigliato” a un’insegnante musulmana di abbandonare il Paese, dopo averla accusata di “proselitismo” nei confronti dei propri studenti. Rosnida Sari, di religione islamica, è finita nell’occhio del ciclone per aver invitato i ragazzi a visitare – in maniera volontaria – una chiesa cattolica della zona e parlare con il sacerdote.
Secondo la stampa locale, che ha montato un vero e proprio caso contro la donna, il “vero motivo” dietro la visita è quello di spingere i giovani ad abbandonare l’islam e convertirsi al cristianesimo. Per questo, la docente è stata oggetto di minacce molto serie e ora, dicono i suoi colleghi, “è terrorizzata e pensa di lasciare Aceh”.
A suo sostegno è giunta la società civile. Un gruppo di Organizzazioni non governative ha infatti chiesto al nuovo presidente Joko “Jokowi” Widodo di proteggere la donna, che “insegna soltanto pluralismo e rispetto interreligioso”. Il ministro per gli Affari religiosi, continua il gruppo, “deve prendere azioni immediate per calmare le tensioni” nell’area.
L’Indonesia, nazione musulmana più popolosa al mondo, è spesso teatro di attacchi o gesti di intolleranza contro le minoranze: cristiani, musulmani ahmadi o di altre fedi. Nella provincia di Aceh – unica nell’Arcipelago – vige la legge islamica (shari’a), in seguito a un accordo di pace fra governo centrale e Movimento per la liberazione di Aceh (Gam), e in molte altre aree (come Bekasi e Bogor nel West Java) si fa sempre più radicale ed estrema la visione dell’islam. (Mathias Hariyadi, AsiaNews, 09/01/2015)
============================
Rami, profugo a Erbil: “Non possiamo fuggire, il futuro dei cristiani è in Iraq. Originario di Karamles, all’arrivo dello Stato islamico il giovane fuggito con la famiglia. Ora è ospite di un campo profughi, dove promuove attività per i bambini. In molti, anche fra amici e conoscenti, sono emigrati all’estero; ma “le nostre radici, la nostra vita, il nostro futuro sono in Iraq”. Erbil (AsiaNews) – “Speriamo di tornare a Karamles, di rientrare nelle nostre case, riprendere la nostra vita”; anche se molti hanno scelto di fuggire per le persecuzioni, “non possiamo andarcene, non possiamo abbandonare l’Iraq: qui sono le nostre radici”. È quanto afferma ad AsiaNews Rami Sadik (nella foto), giovane studente cristiano originario di Karamles, una delle città che con Mosul è caduta nelle mani delle milizie dello Stato islamico. Studente della facoltà di Scienze motorie, oggi è fra quanti vivono nel campo profughi “Gli occhi di Erbil” (Ayun Erbil), nel quartiere cristiano di Ankawa, nella zona nord della capitale curda.
La scorsa estate Rami, 22 anni, assieme a familiari e amici ha abbandonato in tutta fretta la propria casa per sfuggire al gruppo islamista che ha conquistato parti dell’Iraq e della Siria. Egli non ha perso la speranza di poter tornare nella propria terra, perché è convinto che solo grazie alla minoranza cristiana l’Iraq potrà avere un futuro di pace e convivenza. Intanto, nel centro di accoglienza, egli promuove momenti di gioco e di educazione per I bambini dei profughi. Ecco, di seguito, l’intervista ad AsiaNews:
Rami, come giudichi la situazione attuale e quale futuro immagini per la vostra comunità? Mi auguro che la nostra zona sia liberata dalla presenza delle milizie dello Stato islamico e resa sicura dai Peshmerga, così che potremo rientrare nelle nostre case. Le nostre radici sono qui, in Iraq. Noi speriamo davvero di tornare a Karamles, perché non abbiamo alcuna intenzione di abbandonare il Paese. Rientrare nelle nostre case, riprendere la nostra vita… ecco qual è la soluzione migliore per tutti noi!
Restano i problemi irrisolti, che gettano un’ombra sul futuro, a partire da scuola e lavoro.
Sì, qui in Kurdistan dobbiamo comunque affrontare molte difficoltà, come il fatto di non poter proseguire il percorso di studi, frequentare le lezioni. I corsi sono diversi rispetto ai nostri, diversa è la lingua e questa non è certo una buona prospettiva. Anche questo è uno dei motivi per i quali speriamo davvero di poter tornare nella nostra terra. Noi non vogliamo restare qui!
Quante persone la pensano come te?
Conosco diverse persone – anche molto vicine – che se ne sono andate. In molti hanno voluto abbandonare l’Iraq, perché non sono riusciti a intravedere un futuro, una soluzione ragionevole che li spingesse a tornare indietro. Hanno preferito andarsene. Fra questi vi sono anche miei amici che sono partiti alla volta della Giordania, del Libano, della Turchia, pensando di trovare sollievo alle loro sofferenze.
L’Iraq sembra destinato a svuotarsi e la popolazione cristiana a scomparire.
Questo è il punto: giorno dopo giorno la gente non ce la fa più a sostenere una situazione simile. Non vuole più rimanere in mezzo a queste sofferenze e allora decide di partire. Ogni giorno che passa perdiamo un amico, un parente che se ne va. Questo fenomeno, questo esodo riguarda soprattutto i cristiani d’Iraq. La nostra gente diventa ogni giorno più sfiduciata. Il ritorno a Karamles sarebbe invece fonte di speranza? Esatto, questo è ciò che è meglio per noi! Tutte le famiglie di questo centro sperano di poter tornare a casa, a Karamles, perché è lì che abbiamo le nostre radici, lì è la nostra vita, il nostro futuro. Non possiamo andarcene, non possiamo abbandonare l’Iraq. (BC-DS, AsiaNews, 09/01/2015)
===================
Iraq: espulsi da Mosul 10 anziani cristiani!
I miliziani jihadisti dell’autoproclamato Califfato Islamico hanno espulso da Mosul 10 anziani cristiani caldei e siro-cattolici rastrellati dai villaggi della Piana di Ninive e temporaneamente ospitati nella seconda città irachena, dopo che aver rifiutato di abiurare la fede cristiana e di convertirsi all’islam. Mercoledì scorso il gruppo di anziani – alcuni dei quali con gravi problemi di salute – è stato accolto a Kirkuk, dopo aver passato due giorni al freddo nella “terra di nessuno” tra i villaggi occupati dalle milizie del sedicente Stato Islamico (Is) e l’area sotto controllo dei Peshmerga curdi.
L’aiuto di alcune famiglie musulmane. “Ci avevano cacciato dai nostri villaggi e dalle nostre case per occuparle – racconta Rachel, una delle anziane, contattata dall’agenzia Fides – e poi ci hanno ammassati tutti in una residenza di Mosul. Siamo andati avanti grazie all’assistenza di alcune famiglie musulmane, che ci portavano il cibo e quello di cui avevamo bisogno. Poi, a un certo punto, quelli del Califfato ci hanno detto che potevamo restare lì soltanto se ci convertivamo all’islam. Ma io, che mi nutrivo sempre del Corpo di Cristo e andavo sempre al santuario a pregare Santa Barbara, come potevo rinnegare tutto questo? Ho detto loro: io non posso farlo. Se volete, mandatemi via”.
A Kirkuk, grazie al patriarca Sako. Una volta espulsi da Mosul, gli anziani sono potuti entrare a Kirkuk grazie anche all’intercessione del patriarca caldeo Louis Raphael Sako, che ha convinto le autorità civili a sospendere il blocco ai check point d’ingresso alla città messo in atto per motivi di sicurezza. Insieme ai 10 anziani, è stata accolta a Kirkuk anche una delle famiglie musulmane di Mosul che si erano prodigate con sollecitudine nella loro cura. (G.V. RadioVaticana, 09/01/2015)
=============================
L’Arcivescovo di Aleppo (Siria) a Monreale racconta la sua Chiesa perseguitata. Conferenza Stampa dell’Arcivescovo di Aleppo (Siria): il 24 Gennaio alle 10.30 presso il palazzo Arcivescovile di Monreale, S.E. Mons. Jean-Clément Jeanbart, Arcivescovo greco-melkita di Aleppo, su invito di Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, darà una testimonianza della tragica situazione della sua Chiesa. Nel pomeriggio, alle 17.00, Mons. Jeanbart terrà una Lectio Magistralis: I Cristiani in Medio Oriente, per il conferimento del titolo di Accademico Ordinario dell’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen. La Siria è oggi una terra insanguinata, in cui i cristiani e altre minoranze religiose sono perseguitati a causa della loro fede dal fondamentalismo religioso del sedicente Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria (ISIS). Ma è proprio al termine della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani e nel Mese della Pace, che si collocano i due importanti momenti di riflessione e preghiera che consentiranno di approfondire il tema: Sia la Pace!
Domenica 25 Gennaio, l’Arcivescovo di Aleppo, alle 11.30, presiederà la Divina Liturgia in rito Bizantino-Slavo, nel Duomo di Monreale, con la partecipazione del coro dell’Associazione Russia Cristiana di Roma, del presidente Mons. Francesco Braschi e di Padre Rostislav Kolupaev, sacerdote Russo Cattolico di rito Bizantino.
sempre il 25 Gennaio, alle 16.30, presso il Palazzo Arcivescovile, si terrà una Tavola Rotonda Interreligiosa a cui siederanno oltre L’ARCIVESCOVO greco-melkita Mons. Jeanbart, anche il RABBINO capo del Centro Sefardico Siciliano, Prof. Stefano Di Mauro, Itzaak Ben Avraham e l’IMAM della grande moschea di Roma, Sami Salem.
L’incontro, promosso anche dall’Azione Cattolica Diocesana, servirà a riflettere sul tema: “Libertà religiosa, via per la Pace” che pur essendo stato organizzato già da tempo, pare rispondere alle domande e alle paure di questi giorni all’indomani delle stragi di Parigi e di Baga in Nigeria. (SpondaSud.News, 09/01/2015)
==========================
Asia Bibi, gli sposi arsi nel forno e la storia del bicchiere d’acqua. «La legge sulla blasfemia serve a perseguitarci» Sardar Mushtaq Gill, cristiano pakistano di 33 anni, sposato con tre figli, è uno degli otto legali di Asia Bibi ma più che l’avvocato voleva fare il tecnico. Ha cominciato a cambiare idea quando in prima media, all’età di 11 anni, si è trovato in classe con 70 musulmani e due cristiani. Un giorno d’estate, quando il caldo supera i 40 gradi, uno dei suoi compagni cristiani si è alzato per bere un bicchiere d’acqua dal refrigeratore presente in classe. Alla fine della giornata il preside ha preso i tre cristiani da parte: “Quell’acqua non è per voi. Se la bevete i vostri compagni musulmani si offendono”, ha detto loro.
«A quelle parole sono scoppiato a piangere», racconta Gill a tempi.it. «Se ho scelto di fare l’avvocato è perché i miei figli non dovessero subire tutte le discriminazioni che io ho subito durante la mia infanzia». Incontriamo l’avvocato della pakistana condannata a morte per blasfemia a Piacenza, dove il 3 dicembre ha tenuto una conferenza all’università cattolica del Sacro cuore. Gill è venuto per la prima volta in Italia per visitare il comune piacentino di Borgonovo, che ad aprile ha concesso ad Asia Bibi la cittadinanza onoraria. «È un piccolo gesto ma serve per provare a tenere un po’ alto il morale», confessa l’avvocato.
Per Asia Bibi, la prima donna condannata a morte per blasfemia in Pakistan, il prossimo 12 dicembre sarà un triste anniversario, che segnerà la sua permanenza in carcere da duemila giorni, circa cinque anni e mezzo. Tutto per aver bevuto un bicchiere d’acqua. Il 24 novembre Gill, che è presidente dell’organizzazione Lead, ha depositato l’appello alla Corte suprema del Pakistan: se anche in terzo grado la donna sarà condannata a morte, solo il presidente del Paese Mamnoon Hussain potrà salvarla concedendo la grazia. Altrimenti sarà impiccata. Avvocato, prima del verdetto eravate certi che l’Alta corte di Lahore avrebbe riconosciuto i vostri argomenti. Invece il 24 ottobre ha confermato la condanna a morte per Asia Bibi. Come mai?
Questo processo non si è mai svolto regolarmente fin dal principio. Dal punto di vista tecnico, l’Alta corte ha rigettato il nostro appello perché non abbiamo contro-interrogato i testimoni dell’accusa. Dunque, è come se avessimo avallato le loro tesi.
Perchè non l’avete fatto?
Perché non c’erano le condizioni. Quando si tratta di insulti blasfemi è quasi impossibile contro-interrogare i testimoni perché si può essere accusati di essere blasfemi a propria volta. L’avvocato che ha condotto il processo, il signor Chaudry, è musulmano ed era tremendamente sotto pressione, così come il giudice. In aula era presente un gruppo di estremisti islamici, venuti per far sentire la loro presenza, che rumoreggiavano e gridavano in continuazione slogan: “Allahu akbar” (Dio è il più grande) e “blasfema!”. In casi precedenti di blasfemia, un giudice era stato ucciso, così il nostro voleva chiudere in fretta il processo. Chaudry voleva contro-interrogare i testimoni ma…
Ma? Non è proprio stato possibile. Gli avvocati dell’accusa sono molto aggressivi, li conosciamo. Si occupano solo di casi di blasfemia ed erano legati ai gruppi estremisti presenti in aula. Abbiamo l’ufficio davanti al loro a Lahore e non ci hanno mai salutato né stretto la mano. Se potessero, ci aggredirebbero. Sono loro che hanno imposto restrizioni agli avvocati della difesa. Infatti solo Chaudry poteva condurre il processo. E non è l’unica irregolarità.
Quali sono le altre? Secondo la legge, solo i più alti ufficiali di polizia possono occuparsi dei casi di blasfemia. Ma questo non è avvenuto per Asia Bibi. Durante il primo grado di processo, il suo avvocato difensore è stato accolto in tribunale dal cancelliere, che gli ha puntato direttamente una pistola alla testa. È questo che intendo quando parlo di pressioni.
La Corte suprema accetterà la vostra richiesta di appello?
Non lo sappiamo ma siamo fiduciosi, perché in altri casi precedenti di blasfemia è avvenuto. Nell’Alta corte c’era troppa pressione, nella Corte suprema no.
Il marito di Asia Bibi ha già chiesto la grazia al presidente del Pakistan.
Sì, ma io temo che questa strada sia difficile da praticare. Ovviamente spero che possa intervenire ma la maggioranza del Paese lo metterà sotto pressione. Avrebbe bisogno di coraggio e forse le pressioni dei governi internazionali potranno aiutare. Ma la cosa più semplice sarebbe ottenere l’assoluzione dalla Corte suprema. Io temo che questa decisione però richiederà almeno un anno, forse due.
Asia Bibi è pronta a scontare altri due anni di carcere?
Suo marito l’ha incontrata settimana scorsa e l’ha trovata molto depressa. Quando le hanno detto che l’Alta corte aveva rigettato l’appello si sentiva frustrata, non capiva e ha perso ogni fiducia nei giudici. Sta male anche fisicamente e inizia a manifestare qualche problema di ordine psicologico. La sua prigione purtroppo è peggiore delle altre.
Perché?
Per lei è un doppio supplizio. La prigione è già una punizione in sé ma lei è in isolamento, perché si teme che qualcuno possa assassinarla, come avvenuto in altri casi in carcere per gli accusati di blasfemia. La sua cella poi è piccolissima, non c’è luce naturale ed è molto buia.
Come si può arrivare ad uccidere un imputato in carcere?
Questo succede perché i giudici stessi e l’islam giustificano tali azioni. Ho portato con me alcune sentenze che fanno capire perché questa violenza si scatena solo quando ad essere accusati di blasfemia sono i cristiani. In una sentenza ad esempio la Corte scrive: “Nessun musulmano può essere condannato a morte per blasfemia se nega chiaramente le accuse e afferma di essere un vero musulmano”. Si capisce? Non ha bisogno neanche di testimoni, mentre per i cristiani le regole sono diverse.
Cioè?
Si dà per scontato che i cristiani siano blasfemi perché non credono in Allah. Ecco perché per condannarli a morte basta anche una sola persona che renda testimonianza per iscritto. Una solo, mentre per altri reati non è così. In un’altra sentenza di condanna a morte di una coppia cristiana, una Corte ha citato letteralmente un caso tratto dalla storia islamica, nel quale si racconta che un uomo cieco uccise la schiava da cui aveva avuto due figli perché questa insultava Maometto. E quando Maometto chiese all’uomo perché l’avesse uccisa, lui rispose: “Perché ti insultava”. Allora Maometto gli avrebbe detto che l’assassinio era giusto. Si capisce? Al Corano, agli hadith e alla storia islamica ci si appella nelle sentenze dei tribunali, non alla legge. E quando un giudice giustifica in base all’islam in una Corte l’uccisione di un cristiano, è normale che poi la gente si faccia giustizia da sola per strada.
I dati però dicono che tra il 1987 e il 2014, 1.438 presone sono state accusate di blasfemia: la metà di queste erano musulmane. Dunque anche loro soffrono per questa legge.
Certo, ma c’è una differenza. Non solo ai musulmani basta negare le accuse per essere assolti, quando sono implicati loro non c’è mai la violenza che vediamo con i cristiani. Faccio due esempi. Nel 2005 un professore musulmano molto importante è stato accusato di blasfemia per aver insultato il Profeta. Gli ulema, i dottori della legge delle varie sette islamiche, si sono riuniti a consiglio e dopo aver sentito le parti hanno deciso che il professore era un buon musulmano e non era colpevole.
E il secondo caso?
L’anno scorso, gli studenti di una scuola coranica sono rientrati dopo le vacanze estive e hanno pulito le classi. Tra le cartacce bruciate all’esterno dell’edificio un passante ha riconosciuto una pagina del Corano. Allora hanno accusato uno dei ragazzi di blasfemia. Ancora gli ulema si sono riuniti e hanno deciso che nonostante una pagina del Corano fosse davvero stata bruciata, siccome quel ragazzo era minorenne e musulmano, di sicuro non aveva davvero intenzione di farlo.
Non l’aveva fatto apposta. Esatto. Ma se al suo posto ci fosse stato un cristiano? L’abbiamo appena visto: a inizio novembre una coppia di cristiani è stata torturata e poi bruciata viva perché la donna era stata accusata di avere bruciato una pagina del Corano. La legge è la stessa ma il trattamento delle persone cambia. I cristiani non saranno mai al sicuro fino a quando ci sarà la legge sulla blasfemia. Neanche lei è al sicuro da quando ha deciso di intraprendere la carriera di avvocato.
Nel 2013 hanno crivellato la mia casa di colpi di arma da fuoco. Da allora mia moglie è molto preoccupata ma ogni cristiano viene discriminato di continuo. Quando un mio amico musulmano mi chiede cosa penso del Corano, io non posso rispondere. E non posso neanche dire che Gesù è figlio di Dio, perché altrimenti mi accuserebbero di avere detto che Maometto è un falso profeta. È così che Asia Bibi è stata accusata ed è per questo che le Chiese hanno chiesto a tutti i cristiani di non parlare della propria fede con i musulmani.
Quando hanno fatto questa richiesta?
Specialmente dopo l’11 settembre, quando la situazione è peggiorata, le Chiese hanno deciso di non diffondere in nessun modo il cristianesimo, anche se la Costituzione ce lo consente come diritto. Hanno ordinato a tutti di non parlare della propria fede con i musulmani. Così si può dire che il vero scopo della legge sulla blasfemia sia stato raggiunto.
Quale scopo? Questa legge è fatta apposta per perseguitare i cristiani. L’obiettivo degli estremisti è impedire che il cristianesimo si diffonda. Ecco perché questa legge deve essere modificata. Perché cancella la nostra libertà religiosa, la nostra libertà di espressione e gli altri nostri diritti fondamentali.
Lei però non si è lasciato intimidire. Io so di rischiare la vita ma non mi importa. Fare l’avvocato non era il mio piano, è la mia vocazione. È la strada che Dio ha scelto per me e Lui mi sostiene nel percorrerla. E poi ho sempre avuto il piglio giusto. Quando all’università un professore di diritto si è messo a dire che l’Occidente era civilizzato solo perché i suoi popoli hanno seguito il Corano e che Gesù non era davvero figlio di Dio, io mi sono alzato e gli ho detto: “Perché parla di queste cose? Non è la sua materia”. Lui si è zittito, si è scusato e ha ripreso a fare lezione. (Leone Grotti) (Tempi, 05/12/2014)
==============================
IRAQ – Lo Stato Islamico trasforma in prigione il monastero di San Giorgio, divelta la croce sulla cupola!
Mosul (Agenzia Fides) – Nella città di Mosul, conquistata a giugno dai miliziani jihadisti dello Stato Islamico (IS), le chiese cristiane continuano a essere trasformate in carceri. Durante l’ultimo fine settimana i jihadisti dell’IS hanno trasferito almeno 150 prigionieri bendati e ammanettati nell’antico monastero di San Giorgio, appartenente all’Ordine antoniano di Sant’Ormisda dei caldei. Lo riferiscono fonti locali, entrate in contatto con il website iracheno ankawa.com. Tra i prigionieri, in precedenza detenuti presso la prigione di Badush – evacuata nella previsione di un possibile attacco da parte della coalizione anti-Califfato – ci sarebbero capi tribù sunniti oppositori dello Stato Islamico ed ex membri degli apparati di sicurezza smantellati dai jihadisti.
Le ultime foto del monastero circolanti via internet documentano che anche la croce della cupola di San Giorgio è stata divelta, seguendo il destino toccato anche alle altre chiese cristiane occupate dai jihadisti. In precedenza, fonti locali avevano riferito all’Agenzia Fides che presso il medesimo monastero erano stati portati gruppi di donne.
“Le notizie e le foto delle chiese occupate dai jihadisti – commenta all’Agenzia Fides Rebwar Audish Basa, Procuratore dell’Ordine antoniano di sant’Ormisda dei Caldei – rendono ancora più dolorose le ferite interiori dei cristiani fuggiti da Mosul e dalla Piana di Ninive, che si preparano a passare il primo Natale lontano da quei luoghi da loro tanto amati. Chiese e monasteri adesso subiscono profanazione da chi non mostra di avere alcuna pietà, per niente e per nessuno”. ( Agenzia Fides 18/12/2014 )
 ================================
Nigeria, massacro senza precedenti di Boko Haram: duemila morti! Una carneficina senza precedenti, persino per la Nigeria, il paese più popoloso e multietnico d’Africa, la prima economia del Continente flagellata dal terrorismo islamista che uccide, saccheggia e rapisce ragazze e ragazzi per conversioni forzate. Stavolta il massacro è su larga scala: Boko Haram, il gruppo fondamentalista islamico, ha completamente distrutto una città e diversi villaggi sulle rive del Lago Ciad nel nordest della Nigeria, nel corso di un nuovo raid.
Nel corso dell’attacco, avvenuto mercoledì, gli estremisti «hanno completamente bruciato sedici villaggi e la città di Baga», centro commerciale che ospita una base militare, finita in mano a Boko Haram la scorsa settimana: lo ha dichiarato Musa Alhaji Bukar, un responsabile militare dello stato di Borno.
I miliziani integralisti del gruppo affiliato ad al Qaeda hanno lanciato un secondo attacco, ieri, contro la città di Baga, nel nordest della Nigeria, sulle rive del lago Ciad. «I cadaveri giacciono sulle strade, si temono 2.000 persone uccise» nei raid. Baga «è stata completamente devastata, le case date alle fiamme». Dopo aver assaltato e invaso una base militare della Multi-National Joint Task Force, militanti islamisti hanno assaltato una seconda volta la città mercoledì, incendiando completamente la località nello Stato nordorientale di Borno.
I jihadisti hanno il controllo di Baga e di almeno 16 villaggi vicini, racconta ancora l’ufficiale. Le truppe governative, che furono accusate di avere perpetrato una strage di proporzioni mostruose anche se minori (200 morti e 2mila case distrutte) nell’aprile 2013, hanno abbandonato la base militare di Baga dopo l’attacco di sabato scorso.
Boko Haram ha lanciato una campagna militare per creare uno Stato islamico nel 2009 e nell’ultimo anno ha preso il controllo di molte città e villaggi nel nord-est della Nigeria. Finora il conflitto ha pr ovocato almeno 1,5 milioni di sfollati e migliaia di vittime.
Il Camerun nel mirino. Il capo di Boko Haram, Aboubakar Shekau, in un lungo messaggio video pronunciato in arabo, ha minacciato Paul Biya, il presidente del Camerun, il Paese entrato nel mirino della setta islamica. Il video, trasmesso servendosi di Youtube, dura 17 minuti in cui il capo di Boko Haram minaccia Biya affermando che ”se non metti fine al tuo piano malefico, vai dritto verso la stessa sorte della Nigeria”. ”I tuoi soldati – ha aggiunge Shekau – non possono niente contro di noi”. Da settimane miliziani di Boko Haram, sconfinati dalla Nigeria, attaccano obiettivi civili e militari del Camerun, con l’obiettivo di crearvi una testa di ponte per le loro operazioni. Il presidente camerunese, in occasione di una di queste incursioni, ha deciso l’intervento dell’aeronautica contro le colonne di miliziani provenienti dalla Nigeria. (IlSole24Ore, 08/01/2015)
=================================
Ferma la Cristianofobia! Dal 2000 ad oggi i cristiani vittime di persecuzioni sono stati 160 mila ogni anno. Ogni cinque minuti un cristiano è stato ucciso a causa della propria Fede.
Tutto ciò non può essere accettato, perché costituisce un’offesa a Dio e alla dignità umana; inoltre, è una minaccia alla sicurezza e alla pace e impedisce la realizzazione di un autentico sviluppo umano integrale. Firma la petizione "Ferma la Cristianofobia"! Cosa stai aspettando? Basta un minuto!
=================================
 Papa Francesco, La fede non si negozia. Quando incominciamo a tagliare la fede, a negoziare la fede, un po’ a venderla al migliore offerente incominciamo la strada dell’apostasia, della non-fedeltà al Signore.
Per trovare i martiri non è necessario andare alle catacombe o al Colosseo: i martiri sono vivi adesso, in tanti Paesi. I cristiani sono perseguitati per la fede. In alcuni Paesi non possono portare la croce: sono puniti se lo fanno. Oggi, nel secolo XXI, la nostra Chiesa è una Chiesa dei martiri.
La grazia della fede, dobbiamo chiederla, tutti i giorni: "Signore, custodisci la mia fede, falla crescere, che la mia fede sia forte, coraggiosa, e aiutami nei momenti in cui devo renderla pubblica. Dammi il coraggio". Omelia della Messa presso la Cappellina della Casa Santa Marta, 6 Aprile 2013
 ==============================
 Perugia: immigrati spaccano statua della Madonna, la prendono a calci e ci orinano sopra! Una statua della Madonna spezzata, presa a calci e ricoperta di urina. Una “banda” di vandali, secondo quanto riportato dalla Nazione Umbria del 9 gennaio, ha praticamente distrutto la piccola edicola votiva dei giardinetti di via Tilli, nella zona di via Cortonese. Il gruppetto, sempre secondo la ricostruzione del quotidiano, si sarebbe anche avventato contro un uomo che stava pregando ai piedi della statua, con in mano la foto della moglie deceduta. Foto che gli è stata rubata di mano e mai più restituita. Il fatto, stando alle parole di don Scarda, parroco di San Barnaba, riportate dal quotidiano, si sarebbe verificato nel giorno di San Silvestro. La banda, composta da cinque stranieri, secondo la ricostruzione, prima ha tirato giù la statuetta, poi l’ha spezzata in due. A quel punto, continua il racconto di don Alessandro, hanno iniziato a prendere i due frammenti a calci, come fossero un pallone. E hanno concluso orinandoci sopra. L’immagine della Vergine è stata rimessa al suo posto nella giornata dell’8 gennaio, dopo che i residenti hanno provveduto a ripararla. Il testimone che ha assistito alla scena della profanazione, ha subito chiamato la polizia, ma quando gli agenti sono arrivati i giovani avevano già fatto pedere le loro tracce. (ImolaOggi, 11/01/2015)
=============================
 Persecutori dei cristiani: il catalogo è questo! L’8 gennaio Open Doors, l’organizzazione internazionale impegnata da quasi 60 anni a difendere i Cristiani in difficoltà, ha pubblicato la nuova edizione della World Watch List, la classifica dei 50 paesi, su un totale di oltre 65, in cui i Cristiani sono più perseguitati. Nei primi 11 stati dell’elenco la persecuzione è definita “estrema”, nei successivi 14 “grave”. Nei restanti 25 paesi è definita “moderata” e “limitata”.
Scorrendo i nomi degli stati, balza agli occhi, come d’altra parte già nelle classifiche precedenti, la responsabilità prevalente e anzi quasi totale dell’islam. Su 50 stati, 35 sono a maggioranza islamica, dalla Somalia, in seconda posizione, al Kuwait, ultimo dell’elenco. In cinque di questi stati, la persecuzione da parte di regimi autoritari si aggiunge a quella islamica. Si tratta di cinque ex repubbliche sovietiche: Uzbekistan e Turkmenistan, entrambi responsabili di persecuzioni gravi, Kazakhstan, Tajikistan e Azerbaijan, situati tra gli stati in cui la persecuzione è moderata o limitata. L’islam minaccia i cristiani anche in tre paesi africani a maggioranza cristiana – nell’ordine, Repubblica Centrafricana, Kenya e Tanzania – così come in Nigeria, dove le due religioni si dividono il paese. In altri due stati non islamici, infine – Eritrea ed Etiopia – la minaccia ai cristiani proviene dall’islam e da altri fattori: una dittatura particolarmente dura, nel caso dell’Eritrea, e, per quel che riguarda l’Etiopia, quella che Open Doors definisce l’“arroganza ecclesiastica”, esercitata dalla Ethiopian Orthodox Church ai danni delle chiese non tradizionali.
In tutto, dunque, su 50 stati, quelli in cui i cristiani patiscono forme più o meno gravi di persecuzione a causa dell’estremismo islamico sono 41; inoltre l’islam è responsabile (corresponsabile, in due casi) delle persecuzioni estreme o gravi inflitte in 22 dei primi 25 stati dell’elenco. I restanti tre sono la Corea del Nord, che si conferma per il 13° anno il paese in cui la condizione dei cristiani è peggiore, il Vietnam e l’India: due paesi comunisti, i primi, mentre in India la persecuzione ha origine dai nazionalisti indu.
Dal confronto con la World Watch List 2014, l’India spicca tra gli stati in cui la situazione è nettamente peggiorata. Dal 28° posto del 2014 è passata infatti al 21° entrando a far parte dei paesi che più gravemente perseguitano i cristiani. Come si temeva, la vittoria del Bharatiya Janata Party, il partito nazionalista indù, alle elezioni dello scorso maggio, ha rafforzato gli estremisti indù, consentendo loro di moltiplicare impunemente attentati e aggressioni. Sensibile è anche l’evoluzione negativa della Nigeria, in 10a posizione mentre lo scorso anno era 14a. Dall’aprile del 2014 il movimento armato jihadista Boko Haram ha intensificato la lotta per “liberare” il nord del paese dai cristiani e imporvi la shari’a, la legge coranica. Ormai negli stati nord orientali della federazione nigeriana si verificano attentati e attacchi quasi ogni giorno in un crescendo di ferocia distruttiva terrificante, culminata nei giorni scorsi in un massacro che potrebbe essere costato la vita a circa 2.000 persone, un quinto degli abitanti di Baga, una cittadina sulle rive del lago Chad di cui non restano che le macerie. Il paese in cui la minaccia jihadista è diventata più temibile rispetto all’anno precendente è però il Kenya che ha risalito ben 24 posizioni passando dalla 43a, che la classificava come paese a persecuzione moderata, alla 19a. I jihadisti somali al Shabaab e i kenyani da loro reclutati ne sono la causa. Di recente i terroristi hanno attaccato un autobus di linea, i dormitori di un’impresa e un villaggio: in tutti e tre i casi hanno identificato e lasciato in vita gli islamici e hanno ucciso i cristiani.
Open Doors fornisce per ogni stato una scheda che illustra caratteristiche generali, tipo di governo, autori e modalità della persecuzione. La metodologia adottata per raccogliere i dati è descritta nella pagina web dell’organizzazione. Importante è il criterio che orienta i ricercatori. Open Doors distingue infatti due modalità principali di persecuzione: la violenza vera e propria e l’insieme delle pressioni (limitazioni, discriminazioni….) a cui i Cristiani vengono sottoposti in ogni ambito del’esistenza per il fatto di condurre una vita cristiana e di testimoniare la propria fede. Il grado di persecuzione viene misurato considerando entrambe: un paese in cui le pressioni sono numerose e insistenti può risultare più ostile di un altro in cui aggressioni e attentati mortali sono più numerosi. Le pressioni, spiegano i ricercatori, si esercitano a cinque livelli: chiesa, vita privata, famigliare, comunitaria e nazionale. La violenza può colpire a qualsiasi livello. (Anna Bono, Lanuovabq, 10/01/2015)
====================
Raccontare la Cristianofobia!
Vogliamo essere strumento per la conoscenza delle vicende dei cristiani vittime di persecuzioni a causa della fede e di informazione per coloro che vogliono conoscere la difficile situazione in cui si trovano molti cristiani;
Denunciare la Cristianofobia!
Vogliamo denunciare ogni atto di persecuzione, discriminazione, violenza e intolleranza religiosa a danno dei cristiani, affinché nessuna ingiustizia passi sotto silenzio e venga dimenticata;
Fermare la Cristianofobia!
Lavoriamo per raccogliere il maggior numero di firme, al fine di presentare petizioni presso le autorità civili e religiose, volte a garantire la libertà religiosa dei cristiani in ogni parte del mondo;
=====================
Grazie dell'amicizia. grazie a te, CORAGGIO! NON SEI SOLO, SOLA: I SANTI DI DIO SPERANO E LOTTANO, PER LA TUA LIBERAZIONE! Ti mando un abbraccio, NEL SIGNORE DELLA RISURREZIONE! AMEN! ALLELUIA! GLORIA A DIO PER SEMPRE! preghiamo in comunione di fede: NELLA COMUNIONE DEI SANTI E DEI REDENTI: LA CELESTE GERUSALEMME, PER ESSERE CONSOLATI DELLE SUE CONSOLAZIONI! .. grazie, Va TUTTO bene, CON TE! DIO NON SI è ARRESO, A MOTIVO DEI TUOI PECCATI, PERCHé IL TUO DEBITO, è STATO PAGATO SULLA CROCE DA GESù: E TU NON SOLTANTO, tu HAI DIRITTO DI ESSERE PERDONATO, MA, TU HAI DIRITTO DI ESSERE GUARITO, E DI ESSERE RISTORATO, PER TUTTE LE PERDITE: CHE HAI DOVUTO SUBIRE... infatti, al cuore penitente il Signore JHWH dice: "la colpa per me, non è tua, ma, è tutta di farisei salafiti Satana, soltanto, quindi: tutti i tuoi dolori e le tue malattie cadranno su di Loro, e tu sarai liberato" alleluia Gloria a Dio JHWH Santo, per sempre. questa benedizione, è una Benedizione universale, e deve liberare, nel nome di Gesù, tutti i prigionieri! ----Messaggio originale--- Da: avi@Israelvideonetwork.com
 Data: 11/01/2015 16.43. A: <lorenzo_scarola@fastwebnet.it>
 Ogg: Breaking News Video: Egyptian President Al-Sisi Delivers Speech That May Change the World Forever
 The time has come to revolutionize Islam - CLICK if images do not display
 ‘Honorable Imam, You Bear Responsibility Before Allah’. Click here to watch: Egyptian President Al-Sisi Delivers Speech That May Change the World Forever
 A bare two weeks before radical Islamist terrorists calmly emptied the clips of their AK-47 assault rifles into the bodies of 12 journalists at the Paris-based Charlie Hebdo satirical weekly magazine, Egypt’s president warned clerics at the Al Azhar Islamic Center of the urgent need to combat extremist ideology. In his speech delivered at the centuries-old worldwide center for Islamic studies, President Abdel Fattah el-Sisi called on the imams to “revolutionize” Islam. Excerpts of the president’s address were translated by the Middle East Media Research Institute (MEMRI) in Washington, DC. “I would like to reiterate that we are not doing enough with regard to true religious discourse,” the president stated. “The problem has never been with our faith. Perhaps the problem lies in ideology, and this ideology is sanctified among us. I am talking about religious discourse that is in keeping with its times.
 Watch Here. “You cannot see things clearly when you are locked [in this ideology]. You must emerge from it and look from outside, in order to get closer to a truly enlightened ideology. You must oppose it with resolve. Let me say it again: We need to revolutionize our religion. “Honorable Imam [the Grand Sheik of Al-Azhar], you bear responsibility before Allah. The world in its entirety awaits your words, because the Islamic nation is being torn apart, destroyed, and is heading to perdition. We ourselves are bringing it to perdition.” For the first time ever, Coptic Christians were honored with a visit from the nation’s leader at Christmas mass, as President el-Sisi visited Cairo’s Abbasiya Cathedral on the holy day. El-Sisi congratulated the small Coptic community on the occasion of the holiday earlier this week, and said in a brief address that all Egyptians are as “one hand.”
 Source: Jewish Press Bill Maher has a Serious Message for All The Muslim Apologists Out There
 billmaher-parisattack Today's Most Watched Video. ***Seeing is believing - CLICK if images do not display
Press Coaches ‘Palestinian’ Mother to Cry On-Cue. pollywood-in-action
Click here to watch: Press Coaches ‘Palestinian’ Mother to Cry On-Cue as Soldiers Seal Up Empty Home
In a striking illustration of the belief held by many Israelis of slanted, anti-Israel media reporting, footage uploaded on Monday by the 0404 News site shows an Arab mother in Hebron bursting into tears on cue for a group of press photographers as soldiers seal up the door of a nearby home. Two weeks ago, Palestinians hurled two firebombs at Israelis living in nearby Beit Hadassah from within the nearby abandoned building, which had been unoccupied for several years due to a military order, according to the Srugim website. One of the flaming devices ignited the exterior of a mobile home where Jews were living. The residents of the structure were lucky, however, and there were no injuries in the attack, which caused only minor damage. However, when an IDF team on Monday came to seal off the entrance of the previously unoccupied building, a group of anti-Israel foreign and Israeli agitators quickly arrived – including the woman and her daughter – and began to harass the welding crew.
Watch Here. “Did you see?! He [a waiting photographer] asked her to cry during the photography, and she cried [on cue] – I can’t believe this,” one shocked Israeli man said, as he himself filmed the scene from behind the press gang, dubbed by some observers as “fauxtography.” “And here’s her daughter instructing her to ‘cry, cry’ … she’s laughing as she tells her mother to cry,” the Israeli viewer noted with astonishment. “Just take a look at this scene!” he exclaimed. “She [the daughter's] laughing as she tells her mother to cry,” as a photographer goes for a closeup shot. Spokesmen for the ancient contested city’s Jewish residents said the incident was a glaring example of a trend by extreme left-wing squatters to take over such structures. Generally, foreign and local news media only report such events when Jews are the ones moving into such structures. Israelis charge that the firebomb attacks are genuinely lethal terrorism, and not mere “resistance” as Palestinians claim, pointing to examples like 11-year-old Ayala Shapira, who was severely burned in a firebombing attack in late December.
Source: Algemeiner Finally Al Jazeera Gets the Live on-air Beating it Deserves! aljazeera-douglas Today's Most Watched Video
==================
Martedì     20 gennaio 2015 La rivista, di cui vedi l'immagine più sopra, è totalmente gratuita. Migliaia di persone in Italia la ricevono e seguono le storie, le testimonianze e i resoconti riguardo la persecuzione dei cristiani nel mondo. 5x1000Puoi destinare il 5 x 1000 delle imposte a Porte Aperte: è un gesto semplice, che non ti costa nulla, ma può fare la differenza per molti cristiani nel mondo. Le OFFERTE che avete fatto sono DEDUCIBILI nel vostro 730 o modello unico nei limiti prescritti dalla legge, un comodo supporto per coloro che ogni anno fanno la dichiarazione dei redditi, i quali potranno dunque detrarre dalle imposte parte delle erogazioni fatte a Porte Aperte. Ecco il nostro codice da apporre nella dichiarazione redditi: 90002330125. Niger: dalle vignette all'odio anticristiano
Sintesi: 10 persone sono morte in due giorni di violenze, di cui 3 cristiani. Secondo i nostri collaboratori in loco almeno 72 chiese sono state distrutte, insieme a 7 scuole cristiane, diversi negozi cristiani e 10 veicoli di proprietà di cristiani. Mentre continua il dibattito sulla libertà di espressione a seguito dell'attentato a Charlie Hebdo in Francia, le proteste per la loro ultima rappresentazione della vignetta di un profeta Maometto in lacrime con la didascalia: "Io sono Charlie", hanno portato a un'escalation di violenza in Niger. La violenza iniziata a Zinder, la seconda città del paese, si è diffusa rapidamente ai villaggi circostanti per giungere infine alla capitale Niamey e ha preso di mira anche in cristiani.
Almeno 10 persone sono morte in due giorni di violenze. La cifra comprende 3 cristiani uccisi dopo essere stati intrappolati nelle chiese. Secondo i nostri collaboratori in loco almeno 72 chiese sono state distrutte, insieme a 7 scuole cristiane, diversi negozi cristiani e 10 veicoli di proprietà di cristiani. Oltre 30 case di cristiani sono state saccheggiate e bruciate, lasciando i cristiani colpiti solo con i vestiti che avevano indosso. In un discorso televisivo, il presidente Mahamadou Issoufou ha espresso sorpresa per l'attacco: "Cosa vi hanno fatto i cristiani del Niger per meritare questo? In cosa di preciso vi avrebbero fatto torto?”.
Un collaboratore di Porte Aperte spiega: "Questa è la più grande perdita che la Chiesa in Niger abbia subito nella storia recente. Questi attacchi avranno effetti a lungo termine sulla piccola comunità di credenti. Un numero notevole di famiglie cristiane locali ha perso tutto ciò per cui ha lavorato tutta la vita”.
Il pastore Sani Nomau, un leader della chiesa locale, ha invitato i cristiani in Niger a rispondere con l'amore di Cristo: "Invito ogni singolo credente in Niger a perdonare e dimenticare, ad amare i musulmani con tutto il cuore... Lo dico con le lacrime agli occhi. Anche se è doloroso… Dobbiamo amare i nostri persecutori…”.
Manifestazioni e scontri si sono avuti in Algeria, Pakistan e in queste ore persino in Cecenia. Poche settimane prima degli attentati terroristici in Francia, Charlie Hebdo pubblicava vignette satiriche palesemente anticristiane: dunque che senso avrebbe attaccare i cristiani, si domandano in molti a causa di un giornale che fa satira su tutto e tutti. Ma la persecuzione contro i cristiani va ben oltre l'erronea associazione "cristiani=occidentali”, vi è un disegno preciso dietro l'avanzata del radicalismo islamico in questa parte del mondo e, oramai, non si sa più come spiegarlo. Pubblicato il dossier sulla WWL2015. Il primo dossier del 2015 è stato pubblicato nei giorni scorsi. In esso approfondiamo come la situazione sia cambiata per i cristiani nel corso dell'ultimo anno. In concomitanza con l'uscita mondiale della World Watch List 2015, la lista dei 50 paesi dove la persecuzione nei confronti dei cristiani è più forte, abbiamo prodotto un dossier di approfondimento in cui si analizzano, in dettaglio, le variazioni più significative rispetto allo scorso anno.
Chi volesse ricevere il dossier sulla WWL2015 può richiedercelo inviando una mail all'indirizzo info@porteaperteitalia.org.
Chi fosse interessato a ricevere tutti i nostri dossier di approfondimento (4 numeri ogni anno) può richiederlo QUI.
=================
Dossier, Abbonati anche tu al Dossier di approfondimento gratuito di Porte Aperte e accedi a un livello più profondo di conoscenza della persecuzione
Il Dossier di approfondimento nasce nel 2014 dall'esigenza manifestata da molti sostenitori di questa agenzia missionaria di accedere a un livello di conoscenza più profondo riguardo il tema della discriminazione e persecuzione dei cristiani. Il Dossier completa la nostra offerta informativa rivolgendosi a tutti coloro che desiderano andare oltre l'aggiornamento sulla condizione dei cristiani nel mondo, oltre dunque i singoli fatti di cronaca, per capire le dinamiche che coinvolgono e sconvolgono la vita dei cristiani nei paesi della WWList. Con 4 uscite l'anno, che intervalleranno le uscite del magazine cartaceo di Porte Aperte, verranno trattate dunque specifiche tematiche legate alla persecuzione, paesi di particolare interesse, oltre che analisi e testimonianze particolari, in un formato, quello del dossier, che nasce per essere stampato facilmente e quindi proteso a dare massima attenzione al contenuto più che al layout e alle immagini. Il Dossier viene inviato VIA MAIL in formato pdf solo a chi ne fa espressa richiesta tramite la compilazione del form qui sotto. Nota: a coloro che fino a tutto il 2013 erano già abbonati alla nostra rivista/magazine cartaceo, se in possesso di mail il Dossier sarà inviato automaticamente senza dover compilare il form. Diritti Umani
Nel 1948 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. La dichiarazione è la risultante dell’olocausto degli ebrei (shoah) nella Germania nazista. Il documento afferma che ogni persona deve poter godere almeno dei diritti umani più elementari. Ciò riafferma la dignità e il valore di ogni essere umano indipendentemente dalla razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o di altra natura, origine sociale, nazionalità, proprietà, nascita o altro status.
Nel 1966, le Nazioni Uniti hanno sviluppato il Patto Internazionale per i Diritti Politici e Civili in aggiunta alla suddetta dichiarazione. L’articolo 18 del Patto Internazione per i Diritti Politici e Civili si concentra su quattro elementi della libertà di religione:
1. Ognuno ha il diritto di libertà di pensiero, coscienza e religione. Tale diritto include la libertà di avere o di adottare una religione o un credo di sua scelta, e la libertà, individualmente o comunitariamente, in pubblico o in privato, di manifestare la propria religione o credo con atti di adorazione, pratica, osservanza e insegnamento.
2. Nessuno sarà soggetto a coercizione che possa compromettere la sua libertà di avere o adottare una religione o un credo di sua scelta.
3. La libertà di manifestare la propria religione o credo potrebbe essere soggetta solo a quelle limitazioni prescritte dalla legge e necessarie a proteggere la pubblica sicurezza, l’ordine, la salute o la morale o i diritti fondamentali e di religione degli altri.
4. Gli stati aderenti al presente Patto si impegnano a rispettare la libertà dei genitori e, laddove sia possibile, quella dei tutori legali per assicurare un’educazione morale e religiosa ai loro figli conformemente alle loro convinzioni.
La mancanza dei diritti umani basilari è una parte significativa della persecuzione in alcuni paesi. Ai cristiani vengono negate le libertà fondamentali, alle quali hanno diritto tutti gli esseri umani; dunque non vengono trattati equamente. Vengono perseguitati a causa della loro religione e a causa di ciò che professano.
La Bibbia ci chiama a un’azione di patrocinio dei diritti umani. Il Salmo 82:3 dice: "Difendete la causa del debole e dell’orfano, fate giustizia all’afflitto e al povero". In quanto cristiani dobbiamo accertarci che tutti abbiamo accesso ai diritti umani basilari.
=======================
 P. Michele PISCOPO Dio ti custodisca nel nome di Gesù. - Oblati di San Giuseppe (Giuseppini d’Asti) (O.S.I.) io LORENZO SCAROLA io ho difeso i martiri cristiani con eroica santità da 25 anni.. io ho realizzato 100 blog, e 100 canali di youtube.. poi, per salvare il genere umano dalla catastrofe di una guerra mondiale (COME LO SCIENZIATO Giacinto AURITI ha dimostrato essere funzionale al Fondo Monetario): io sono diventato in maniera virtuale, il progetto politico di un re per Israele: "lorenzoJHWH", ed un procuratore su tutte le Nazioni chiamato: "Unius REI" per la comunità degli ebrei nel mondo io sono diventato un punto di riferimento e le strutture dei servizi segreti, credono nel mio ministero politico universale!
Io sono profondamente turbato dal martirio quotidiano di circa 400 martiri cristiani, che per lo più sono le vittime della shariah... Ora il Vaticano ha avuto delle pressioni, perché io ho detto che è inevitabile deportare i Palestinesi in Siria, appunto, se la LEGA ARABA non rimuove questa shariah, che è una estrema minaccia contro tutto il genere umano!
Forse è per questo che il mio Arcivescovo, senza ritenersi in dovere di darmi nessuna spiegazione, ha compromesso, annullato, attraverso il nostro Padre SABINO, a Ceglie del Campo, il mio ministero di Accolito dopo 32 anni!
IO CHE HO AMATO CON TANTO ZELO CRISTO E LA CHIESA PER TUTTA LA MIA VITA, NON VOGLIO RIMANERE LA VITTIMA DI QUALCHE CALUNNIA E NON VOGLIO SENTIRMI ABBANDONATO, anche, DAI GIUSEPPINI, POICHé ANCHE LORO SONO RESPONSABILI DEL MIO ministero di ACCOLITATO AVENDO IO ESERCITATO ININTERROTTAMENTE QUESTO MINISTERO NELLA PARROCCHIA DI CEGLIE PER 7ANNI! GRAZIE PER LA tua RISPOSTA!
Lorenzo Scarola
=============================
QUESTA è LA MIA R/R ALL'ARCIVESCOVO SPEDITA IN DATA 13 DICEMBRE
Oggetto: FRATELLANZA UNIVERSALE, io voglio essere considerato soltanto come un poeta che ha saputo incantare il genere umano!
Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto S. E. Mons. FRANCESCO CACUCCI
Arcivescovado di Bari - Piazza dell'Odegitria, Bari BA
Presidente della Conferenza Episcopale Pugliese.
Gran Cancelliere della Facoltà Teologica Pugliese.
Moderatore del Tribunale Ecclesiastico Regionale Pugliese.
oggetto: richiesta spiegazioni formali circa la Sua decisione di sospensione del mio Ministero di Accolito
Ecc.za Rev.ma Arcivescovo Bari Bitonto Mons. FRANCESCO Cacucci, la gioia nel Signore Risorto sia nella sua vita e nel suo ministero santo,
Ella ha generato uno scandalo ed un turbamento enormi sia nella mia famiglia che nella mia Comunità parrocchiale, interrompendo drasticamente dopo 32 anni, il mio ininterrotto Ministero di Accolito conferitomi con: Protoc. N. 27/183C in Bari 12 Dicembre 1983. Conferitomi e conservatomi, per espressa autorità di Sua Ecc.za Mons. Mariano Andrea MAGRASSI. Lo Scrivente e soprattutto sua moglie, si vergognano di andare in Chiesa in Parrocchia e tuttavia si recano quasi nascondendosi, perché non sanno cosa rispondere alle domande dei fedeli cristiani, circa la Sua grave e incomprensibile decisione di sospensione del Ministero di Accolitato avverso lo scrivente, e tuttavia nessuna comprensione esiste della Sua deliberazione sia nel mio Parroco Padre Sabino, sia nel Vicario Episcopale Mons. Domenico Ciavarella, che nel responsabile dei ministeri Mons. Vito Bitetto, il cui percorso formativo e spirituale lo scrivente ha seguito in modo costante ricevendone tutte le consistenti formali autorizzazioni. lo scrivente Suo figlio devoto in Cristo è orgoglioso di avere supportato con tutta la sua vita, e in tutti gli ambiti della sua vita per convincimento interiore, profondo e motivato tutto il ministero dogmatico dei nostri Santi Pontefici dal Santo Padre Papa Giovanni Paolo II [il cui nome ha imposto al suo figlio primogenito] fino al nostro Papa Francesco orgoglio di tutti popoli e non solo della Chiesa Cattolica universale.
======================
Bari 12 Dicembre 1983 Protoc. N. 27/183C Conferitomi e conservatomi, da Sua Ecc.za Mons. Mariano Andrea MAGRASSI, con la seguente benedizione: "Sia zelante il tuo servizio all'altare animatore di unione fraterna e promotore del culto di Dio "in spirito e verità", nutri ed accresci in te un amore sempre più profondo per il popolo di Dio, specialmente per i sofferenti, con l'esercizio assiduo della carità. Per te e per la tua vocazione invoco dal Signore la più ampia benedizione
===================
Il diritto canonico riconosce due tipi di sospensione: Scomunica: allontanamento di un fedele da una comunità cristiana, in quanto ritenuto indegno di professarne il culto.
Sospensione a divinis: impedimento nei confronti di un vescovo a celebrare l'eucarestia e gli altri sacramenti. TANTO PREMESSO ai sensi del Diritto Canonico a tale formale istanza è richiesta alla S.S. Ill.ma un altrettanto formale dichiarazione di risposta.
========================================
o la LEGA ARABA SHARIAH: finge di combattere gli jihadisti SHARIAH, o, la sua tecnica militare è sbagliata! BISOGNA FARE IL GENOCIDIO DELLE FAMIGLIE DEI BOKO HARAM, E BISOGNA RADERE AL SUOLO LE LORO MOSCHEE! IO DICO CHE, IL GOVERNO DELLA NIGERIA, è IN COMBUTTA, IN COMPLOTTO, CON I GOVERNI NAZISTI DELLA LEGA ARABA ONU OIC NWO SHARIAH: SENZA DIRITTI UMANI.. QUINDI LORO CERCANO DI OTTENERE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI, PERCHé QUESTO è COERENTE CON LA LORO INTERPRETAZIONE DEL CORANO! ] [ Militanti islamici di Boko Haram hanno sferrato un assalto alla città-chiave di Maiduguri, nel nord est della Nigeria e l'esercito sta rispondendo dal cielo con attacchi aerei. Lo riporta la Bbc riferendo di aspri combattimenti in corso.
Il bilancio è di decine tra morti e feriti. Secondo i media locali, i militari sono riusciti a respingere gli assalti. Ma la vicina città di Monguno è stata conquistata dai miliziani.
Il segretario di stato americano John Kerry è arrivato in Nigeria per una visita lampo in vista delle elezioni presidenziali del prossimo 14 febbraio. Kerry ha già incontrato il presidente Goodluck Jonathan, che si è ricandidato, e avrà un colloquio con il suo principale rivale, l'ex dittatore militare Muhammadu Buhari. Obiettivo della visita, secondo quanto riferito dal portavoce del dipartimento di stato Marie Harf, esprimere l'auspicio che le presidenziali si svolgano in modo pacifico e credibile.
Sanguinosi attacchi sono stati compiuti oggi dai fondamentalisti islamici Boko Haram anche nello Stato nigeriano di Adamawa, sempre nel nord-est, al confine con il Camerun. Sopravvissuti hanno riferito che i fanatici sono arrivati all'alba e hanno incendiato e raso al suolo interi villaggi, "sgozzando come agnelli" donne e bambini. Altri sono stati portati via con la forza. Le località più colpite nell'Adamawa sono Michika e alcuni villaggi tra cui Garta, Mbororo, Shadu, Liddle, Kamala e Ghumci
ABUJA, 25 GEN - Sanguinosi attacchi sono stati compiuti dai fondamentalisti islamici Boko Haram anche nello Stato nigeriano di Adamawa, sempre nel nord-est, al confine con il Camerun. Sopravvissuti hanno riferito che i fanatici sono arrivati all'alba e hanno incendiato e raso al suolo interi villaggi, "sgozzando come agnelli" donne e bambini. Altri sono stati portati via con la forza. Le località più colpite nell'Adamawa sono Michika e alcuni villaggi come Garta, Mbororo, Shadu, Liddle, Kamala e Ghumci.
MAIDUGURI (NIGERIA), 14 GEN - Sono almeno 17 i morti e cinque i feriti provocati dall'esplosione di un ordigno in un affollato mercato di Maiduguri, città dello Stato di Borno, nel nord della Nigeria, già colpita da sanguinosi attacchi degli estremisti islamici del gruppo Boko Haram. Secondo il capo della polizia, la deflagrazione é avvenuta davanti a un ufficio postale, in mezzo alla folla e ai commercianti. La bomba era stata lasciata in una borsa appoggiata vicino alla porta di una macelleria.
MAIDUGURI (NIGERIA), 1 LUG - Almeno 15 persone sono morte nell'esplosione di una camionetta oggi in un affollato mercato di Maiduguri, nel nord est della Nigeria. Lo riferiscono testimoni e autorità locali. L'attentato non è stato ancora rivendicato ma la città e lo stato del Borno sono stati colpiti a più riprese dagli estremisti islamici in armi di Boko Haram.
QUESTO CRIMINE DI ALTO TRADIMENTO MASSONICO: POTERI OCCULTI ED ESOTERICI: BILDENBERG, DELLA CESSIONE DELLA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA A ROTHSCHILD SPA BANCA CENTRALE DI AZIONISTI PRIVATI, è UNA TRAGEDIA DI SATANISMO IDEOLOGICO E PRATICO SENZA PRECEDENTI! O LA DISTRUZIONE DEL FMI. OPPURE LA DISTRUZIONE DEI POPOLI... COSA AVETE DECISO?] Terremoto Le Pen in Francia. Hollande: 'Da voto verità dolorosa' ] Quando mancano ormai poche schede per completare lo spoglio nelle elezioni politiche greche (19.466 sezioni scrutinate su 19.509) appare chiaro che il trionfatore Alexis Tsipras e il suo partito Syrisa non hanno ottenuto la maggioranza assoluta. Secondo i dati diffusi dal Ministero degli Interni ellenico, Tsipras conquista finora il 36,34% e 149 seggi. Al secondo posto Nea Dimokratia del premier uscente Antonis Samaras col 27,81% e 76 seggi. [ La Francia si sveglia scossa dal 'terremoto' Marine Le Pen il giorno dopo il voto per rinnovare il Parlamento europeo. Ma, all'indomani del tracollo elettorale della sinistra di governo alle europee, il primo ministro francese, Manuel Valls, ha escluso lo scioglimento dell'Assemblea nazionale, come chiesto invece dal Fronte Nationale. Con il partito socialista, principale componente della maggioranza di governo, finito sotto il 14%, è stato chiesto a Valls, come sarà possibile andare avanti? "I francesi hanno dato un'investitura al presidente Hollande per cinque anni - é stata la risposta del neopremier alla radio RTL - serve tempo e io chiedo questo tempo". "C'è una rotta da seguire che è stata tracciata - ha proseguito Valls - e io non voglio cambiarla". Il primo ministro francese si è detto convinto che l'Europa possa essere "riorentata verso la cresscita e l'occupazione".

I risultati definitivi vedono infatti il Front National conquistare 24 seggi al Parlamento europeo, l'Ump 20 e il partito socialista appena 13. Altri 7 seggi vanno ai centristi, 6 agli ecologisti e 4 all'estrema sinistra.

"Le europee hanno espresso la loro verità ed è una verità dolorosa", ha detto in diretta tv il presidente francese, Francois Hollande. Hollande ha aggiunto che "sei francesi su 10 non sono andati alle urne. Un elettore su 4 ha votato per l'estrema destra. E' vero, ovunque i partiti euroscettici progrediscono. Ma è in Francia, paese fondatore dell'Unione europea, patria dei diritti dell'Uomo, paese delle libertà che l'estrema destra arriva così ampiamente in testa". Il presidente francese Francois Hollande ha detto in diretta tv che il suo dovere è ora "riformare la Francia e riorientare l'Europa. Riformare la Francia e riorientare l'Europa è una "linea di condotta" - ha detto nel messaggio tv Hollande - che "non può deviare a seconda delle circostanze". "Dobbiamo condurre in porto le riforme - ha proseguito - i francesi non possono aspettare". "Alla fine - ha detto Hollande - ci sarà il successo di tutti. Quello che ci unisce è il nostro amore per la Francia ed è questa la battaglia che condurrò durante tutto il mio mandato".

Per la prima volta, insomma, il primo partito nel Paese è il Front National, l'estrema destra di Marine Le Pen, che straccia gli avversari della destra UMP e distacca in modo clamoroso i socialisti. Crollo storico per il PS, che si ferma appena sotto il 14%, allo sbando la gauche di governo. Il presidente Francois Hollande, alla seconda disfatta consecutiva dopo le amministrative di marzo, ha convocato all'Eliseo una riunione di crisi.

Festa a Nanterre, la roccaforte del Front alla periferia di Parigi, sconcerto nel Paese, che pure da mesi era preparato all'inedita situazione con l'estrema destra in testa ai sondaggi. "Il popolo sovrano - ha detto Le Pen - ha parlato in modo forte e chiaro, come in tutti i grandi momenti della storia. Il popolo sovrano ha scelto di riprendere in mano il proprio destino".
Sul primo simposio della Bce delle banche centrali, una 'Jackson Hole' all'Europea nella location simbolica delle colline che sovrastano Lisbona, arriva la doccia gelata del voto europeo e con la forte affermazione di Marine Le Pen in Francia e Alwexis Tsipras in Grecia.

 Mario Draghi, nell'intervento introduttivo nel resort Pinha Longa, fra i campi da golf a dieci minuti dall'Oceano Atlantico, tarda di un'ora il suo intervento introduttivo, mentre rimbalza in tutto il mondo la notizia della decisa avanzata della destra nazionalista e anti-euro. E alla fine l'accenno, anche se indiretto, al voto europeo da parte di uno dei principali architetti della risposta alla crisi arriva. Il voto è "il miglior esercizio offerto dalla democrazia" e "ci fa capire perché siamo qui", dice alla platea di autorità, banchieri centrali, accademici, imprenditori e banchieri privati. I cittadini europei "vogliono risposte per la crescita e la distribuzione. Ci guardano per avere soluzioni". L'esito del voto non è evocato direttamente, ma è chiaro che Draghi è ben cosciente dell'aria che tira fuori sul simposio ristretto. Presente anche Christine Lagarde, il direttore generale del Fondo monetario internazionale protagonista degli infiniti negoziati sui salvataggi europei, Draghi sembra scegliere la via della presa di responsabilità dei policymakers nel dare risposta ai 400 milioni di cittadini europei andati al voto.
 C'è, nell'intervento del presidente della Bce, il richiamo a una crescita sostenibile, come base per l'integrazione europea che è la garanzia della pace. Ma anche l'invito al realismo, visto che, ricorda Draghi, "l'eredità del debito pubblico e privato continuerà ad avere un impatto economico negli anni a venire".
 Profilo basso per Christine Lagarde, che, intervenuta subito dopo Draghi, si astiene dal fare pressione sulla Bce per un taglio dei tassi. Netta sterzata dopo le uscite degli ultimi mesi, probabilmente scontata date le esigenze di protocollo (in fondo è ospite della Bce). Ma nei colloqui privati campeggia la decisione della Bce di muoversi a giugno, su cui praticamente Draghi si è legato le mani: come minimo arriverà un taglio dei tassi, mentre restano possibili tassi negativi sui depositi e un ravvicinamento di nuove iniezioni di liquidità e del 'credit easing' per rilanciare i prestiti a famiglie e imprese comprandoli dalle banche.
 Basterà a togliere Draghi dalla poltrona più scottante d'Europa? Di certo c'è che il settore bancario figura come target anche nell'intervento della Lagarde: la stabilità dei prezzi non basta per la crescita, dice il direttore dell'Fmi inviando un segnale alla Bundesbank. Ma soprattutto, "l'attuale situazione nell'Eurozona è un segnale di come la debolezza dei bilanci bancari possa impedire la capacità delle banche di sostenere il credito e gli investimenti, contribuendo alla bassa inflazione". Il messaggio è chiaro, l'appuntamento è per il 5 giugno, prossimo consiglio della Bce.
==============================
TUTTI COLORO CHE RIVENDICANO LA SHARIAH RIVENDICANO ANCHE LA MORTE DI ISRAELE! ] in questi scontri tribali tra sciiti e sunniti? nessun cristiano potrebbe sopravvivere.. che, poi, è proprio questo, il risultto voluto, dai sauditi salafiti e complici 322 Bush: farisei: Illuminati: un solo anticristo: di Fmi Spa NWO..
ecco perché, io sono stato costretto ad abbandonare Assad, dopo avergli salvato la vita.. perché, lui si è ostinato a non condannare la shariah: che rappresenta la CONGIURA CONTRO ISRAELE! TUTTI COLORO CHE RIVENDICANO LA SHARIAH RIVENDICANO ANCHE LA MORTE DI ISRAELE! ] Poroshenko è COMPLETAMENTE CONTRADDITTORIO, perché, istigato da MERKEL Bildenberg, CIA NATO, infatti, senza guerra mondiale nucleare, con: i suoi 5 miliardi di morti, questo: PARASSITARIO ED USUROCRATICO: Fondo Monetario, Spa, Banca Mondiale, non ci può più portare fuori da questa fase recessiva! ] è CHIARO: IN FASE DI RECESSIONE: NON è PIù POSSIBILE PAGARE IL MUTUO, OPPURE, SITUAZIONI DI DEBITO PUBBLICO.. EPPURE, LE BANCHE CONTINUANO A LUCRARE INTERESSI IMPOSSIBILI, MENTRE, I POPOLI STANNO MORENDO! QUESTO SISTEMA BANCARIO è TOTALMENTE CRIMINALE.. INFATTI, NESSUNA COSTITUZIONE PREVEDE LA CESSIONE DELLA SOVRANITà MONETARIA! ADESSO SCEGLIETE, O LA VITA DEI POPOLI, OPPURE, LA VITA DEL FMI 322 NWO.. COSA AVETE DECISO?
Al Forum di Davos gli analisti dicono no alla guerra di sanzioni Russia-UE..
Gli economisti tedeschi favorevoli ad una zona di libero scambio con la Russia..
"La NATO discuterà le minacce nucleari provenienti dalla Russia"
Mosca spera in influenza UE su Kiev per avvio risoluzione crisi Donbass
Russia, Lavrov sicuro: possibile soluzione pacifica nel Donbass 19:23
L'Ucraina introduce e appesantisce le sanzioni contro la Russia..
Mosca ritiene bombardamento di Mariupol provocazione per far saltare accordi di Minsk.
Poroshenko parla di pace e l'esercito si prepara alla guerra nel Donbas.
Al via le elezioni parlamentari in Grecia: alta l'affluenza.
Crisi ucraina, calma a Mariupol e bombardamenti su Donetsk.
Poroshenko chiede negoziati con Mosca.
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! /user/666GiudaicoMassonica/discussion Fort Rus ha aggiunto 2 nuove foto.
A Debaltsevo l'esercito Novorusso sta chiudendo i punitori ucraini dentro un nuovo calderone
Gli eserciti delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk si sono ricongiunti e hanno creato a Debaltsevo una sacca con circa 7.500 soldati ucraini.
Un soldato della Repubblica di Lugansk ha riferito che le forze armate delle repubbliche hanno circondato la città occupata di Debaltsevo e che l'esercito ucraino è in preda al panico a Lisichansk:
"Le milizie della DNR e della LNR hanno circondato Debaltsevo. Gli Ukrops hanno un sacco di perdite. Sono nel panico a Lisichansk. Andare a Debaltsevo con le milizie della DNR è una bella cosa. Si tratta senza dubbio di un successo. Debaltsevo sarà una Ilovaysk 2.0. Ero vicino a Debaltsevo - si può prendere in un giorno".
Secondo la milizia, il gruppo di punitori vicino a Debaltsevo consiste in circa 7.500 uomini.
 /infoblokada?w=wall-3108310_75085
=====================
'inizio della odio tra Hutu e Tutsi in Burundi, la colpa è stata tutta del Belgio ] [ Io e la mia famiglia viviamo in guerra campo IDP dpuis 1993 al momento. questo è il giorno mio cugino Jean Baptiste Alaize è venuto a farci visita Domenica, 8 Marzo 2013 nel campo. Ciao Lorenzo, allora questo è l'inizio della odio tra Hutu e Tutsi gruppo etnico nel mio paese, il Burundi. La storia ci dice che era del colonialismo, un belga di nome Jean HIERNAUX: fisico antropologo ha iniziato la misurazione naso, mascelle, i piedi... popolo burundese e poteva dare i nomi Hutu, il popolo di maggioranza (85 / 100), Tutsi (14/100) e infine Abatwa (1/00). Da quel momento fino al 1992 è stato il Tutsi che ha portato presumibilmente sono più intelligenti rispetto alla maggioranza Hutu e Hutu sono forti fisicamente, ma mentalmente debole. Gli hutu avevano visto hanno iniziato la pretesa al potere nel 1960.... 1972.... Così il tempo mi sono visto è il periodo della strage 1993 in cui i miei Tutsi etnici morti poi, dopo l'assassinio di Hutu presidente democraticamente le 21octobre1993 e viene ucciso dalla Tutsi militari, Hutu cominciò a tagliare la testa, Tutsi è dicendo che sono Tutsi che ha ucciso Hutu presidente. Penso che abbiamo insegnato loro la strage, perché, dopo aver sentito che il presidente è morto hanno iniziato a uccidere direttamente tutsi. vi ho mostrato la potenza di Dio, mio cugino Jean Baptiste Alaize, gli è stato amputata la gamba destra durante il massacro (erano tre), gli abbiamo dato un machete al collo, braccio destro, di nuovo sopra la ass pensare che sia morto, ma Dio, nonostante questi machete sua salvati. sono stati uccisi in una sola famiglia di otto persone in 30 minuti. Così Dio ci ha mostrato il suo potere, ma per quelli che possono vedere, immaginare, il massacro iniziato Venerdì alle 15h e Domenica pomeriggio lo abbiamo trovato alle 11, nonostante il machete, respirava ancora. Arrivati all'ospedale come sua madre era morta durante il massacro, mia madre essendo a MuyingaI campo profughi scuola elementare vicino ospedale, ospedale mio cugino fino alla guarigione. Più tardi una famiglia di Francia ha adottato nel 1998. Così è tornato in Burundi le7février2013 dopo 16 anni di nostalgia. Grazie a Dio Onnipotente corre ai Campionati Europei, Giochi paralimpici..... mi ricordo quando è venuto dove ha vissuto prima dei massacri mi ha chiesto due domande: 1.est- sono Hutu o Tutsi? 2. Perché poi ci sono stati uccisi e questo è quello che ho fatto per farmi questo? Prima di incontrarlo c'è una cosa che è venuto nel mio cuore e io gli ho detto mio cugino che si può perdonare tutti i criminali che hanno ucciso la famiglia? mi ha detto dove questi criminali sono, ho risposto che sono qui e mi ha chiesto uno di loro hanno trovato, ho detto di no? mi ha detto che qui in Francia giudichiamo i criminali e mi rispose dopo tutto dobbiamo perdonare.
(Hello Lorenzo, then that's the beginning of the hatred between Hutus and Tutsi ethnic group in my country, Burundi. History tells us that era of colonialism, a Belgian named Jean HIERNAUX: physicist anthropologist began measuring the nose, jaws, feet... Burundian people and he could give the names Hutu, the majority people (85 / 100), Tutsi (14/100) and finally Abatwa (1/00). From that time until 1992 it was the Tutsi who led supposedly they are smarter than the majority Hutu and the Hutu are physically strong but mentally weak. The Hutus had seen it they started the claim to power in the 1960.... 1972.... So the time I saw myself is the period of the 1993 massacre in which my ethnic Tutsis died then after assassination of Hutu president democratically le21octobre1993 and is killed by the military Tutsi, Hutu began to cut Tutsi head is saying that they are Tutsi who killed Hutu president. I think we taught them the massacre because after hearing that the president died they started directly kill Tutsis. I showed you the power of God, my cousin jean baptiste Alaize was amputated his right leg during the massacre (there were three), we gave him a machete to the neck, right arm, back above the ass thinking he is dead but God, despite these machetes saved her. were killed in a single family eight person within 30 minutes. So God has shown us his power but for those who can see, imagine, the massacre began Friday at 15h and Sunday afternoon we found him at 11am despite the machete, he was still breathing. Arrived at hospital as her mother had died during the massacre, my mother being at MuyingaI displaced Primary School camp near hospital, hospital my cousin until he recovers. Later a family of France has adopted in 1998. So he returned to Burundi le7février2013 after 16 years of nostalgia. Thank God Almighty he races in the European Championships, Paralympic games..... I remember when came where he lived before the massacres he asked me two questions: 1.est- I am Hutu or Tutsi? 2. Why then were killed us and that is what I did to get me this? Before meeting him there is one thing that came in my heart and I told him my cousin that you can forgive all criminals who killed the family? he told me where these criminals are they, I answered they are here and he asked me one found them, I have said no? he told me that here in France we judge the criminals and I answered after all we must forgive.)

grazie, un giorno ho osato chiesto un padre (sacerdote) perché la maggioranza dei cristiani hanno fatto il massacro del 1993? ha detto che abbiamo fatto questa osservazione alla diocesi...... era veramente vergogna
===================================
la LEGA ARABA SHARIAH LA DEVE SMETTERE DI MINACCIARE IL GENERE UMANO
LA LEGA ARABA FINGE DI COMBATTERE GLI JIHADISTI... INFATTI HANNO LA STESSA SHARIAH MECCA: IN COMUNE
Mirko Mime Avoni https://www.facebook.com/mirko.avoni la LEGA ARABA nazisti Onu, shariah, sono autorizzati a commettere ogni genocidio, la deve smettere di fare uccidere dalla sua galassia jihadista shariah, tutti coloro che, loro non sono i sunniti!... e ti dovresti vergognare di cedere alla maldicenza calunnia di https://www.facebook.com/camillo.catellani contro di me, senza argomentazioni... che, lui sembra, proprio: un agente del demonio, cioè, è un agente della CIA!.. anche perché, io sono quì, per dare motivazioni e giustificazioni a tutti!
=====================================
Mirko Mime Avoni https://drive.google.com/file/d/0B1GPT9LyPxqZZVhlTmU4clR5em8/view?usp=sharing Catellani https://www.facebook.com/camillo.catellani mi ha dichiarato di essere un satanista: "satana è di nuovo tra noi e farà grandi cose" lui mi ha detto! IO CREDO, ED IO SONO SICURO: CHE, QUESTA è UNA ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE, DELLA CIA BILDENBERG, NWO FMI SPA BANCA MONDIALE.. E CHE MAI IL GENERE UMANO SIA STATO COSì IN PERICOLO COME OGGI!.. ECCO PERCHé LA LEGA ARABA SHARIAH JIHADISTI è IMPAZZITA!
==================================
my JHWH holy: IO Unius REI: io pretendo un tuo intervento nella storia! ] è CHIARO IN NIGERIA L'ESERCITO DELLA LEGA ARABA SI RIFIUTA DI DIFENDERE I CRISTIANI.. PERCHé NON C'è UN POSTO, PER I CRISTIANI NELLA LEGA ARABA! [ anche se non era stato fatto il Golpe della CIA a Kiev, poi, nessuno può impedire a un popolo, una Provincia, di autodeterminarsi.. come questa possibilità è stata data al popolo della Scozia.. perché, noi con questi massoni, Bildenberg usurai farisei, noi non ci sentiamo più di essere nessuna identità! noi siamo gli schiavi pecora che devono dare tutto il sangue per pagre il signoraggio bancario a rothschild, e i GENDER comunisti, Bildenberg, hanno assassinato la nostra identità ebraico cristiana! ] in realtà, ogni uomo, di questo pianeta: ha diritto di essere amato da me, così come, io ho il dovere di esere amato da lui! che se, io dovevo fare il giustizierre, poi, io non avrei mai potuto essere il salvatore della vita del pianeta! Oh Signore consola con ogni felicità, tutti i tuoi santi martiri innocenti: martiri di ogni popolo, e di ogni religione che il satanismo ideologico talmud shariah, dei farisei salafiti, semina, disperazione e morte per tutto il pianeta! [ GLI STOLTI PENSANO, CHE, L'AMORE è UN ATTO, un patrimonio della persona, E NON PENSANO, CHE, L'AMORE è UNO STaTO DELL'ESSERE: la divinità: perché tutti coloro che, hanno un amore universale sono divini! e perché, Dio è obbligato, per la sua natura, ad amare tutti! ma, parte della sua natura, sono anche la giustizia e la verità... ecco perché, la ipocrisia, oggi dilaga nei palazzi del potere politico, e nei palazzi del potere religioso.. ecco perché, tanti innocenti: i migliori della società finiscono per diventare le vittime del sistema massonico! ] [ ed io non ho un problema con le quantità dell'amore: io non mi farò superare dall'amore di nessuno, ma, io mi farò vincere dall'amore di tutti! io sono Unius REI, l'unica e l'ultima vita: che è rimasta: a questo pianeta: da un punto di vista politicamente possibile.. infatti, io sono la fratellanza universale!
non fa niente che ADBuAllah, finge di essere morto: perché lui ha paura di dovermi amare! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2015/01/24/nigeria-boko-haram-fanno-strage-civili_0b8c85de-3954-499f-9a13-8ae65c185e0a.html
QUESTA DELLA NIGERIA E DI TUTTA LA GALASSIA JIHADISTA: è UNA CONGIURA DELLA LEGA ARABA: CONTRO DI ME UNIUs REI... i satanisti Illuminati Bildenberg: Spa FMi, FED BCE Banca Mondiale usurai Rothschild farisei: hanno rubato la sovranità monetaria dei popoli schiavizzati: dal sistema massonico: JaBullOn, e i salafiti shariah islamici, è vero sono inconcialibili, tra di loro: ma, nella loro ipocrisia: oggi sono alleati per sterminare cristiani: in tutto il mondo: ecco perché, non esiste un futuro per nazioni indipendenti, dal 322 NWO... come, non esiste un futuro per Israele, che, anche se è una puttana massonica: come gli altri, tuttavia, ha l'errore di ricordare la Bibbia: ed il suo Dio JHWH troppo da vicino! ] DIO SANTO JHWH, DIO FORTE JHWH, DIO IMMORTALE JHWH, TU ABBI PIETà DI ME, E DEL MONDO INTERO! C. S. P. B., Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L.
Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce
N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni. + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!

 2 MAG - E' salito a 19 morti e 60 feriti il bilancio dei morti nell'esplosione di una bomba avvenuta ad Abuja, capitale della Nigeria. Lo riferiscono le forze dell'ordine citate dalla Bbc. L'attentato è avvenuto nel sobborgo di Nyanya, nei pressi della stazione degli autobus in cui lo scorso 14 aprile oltre 70 persone vennero uccise in un doppio attacco rivendicato da Boko Haram. Nessun gruppo, finora, ha rivendicato l'attacco di ieri sera.
ABUJA, 14 APR - Il presidente nigeriano Goodluck Jonathan ha promesso che il suo Paese sconfiggerà la sanguinosa insurrezione degli integralisti dei Boko Haram, gruppo jihadista collegato ad al-Qaida. Jonathan ne ha parlato visitando la stazione dei bus di Abuja dove oggi un duplice attentato ha causato oltre 70 morti e più di 120 feriti. "Boko Haram - ha denunciato - è una pagina vile della storia del nostro sviluppo... ma é un problema temporaneo... ne verremo a capo".


i satanisti Illuminati Bildenberg: Spa FMi, FED BCE Banca Mondiale usurai Rothschild farisei: hanno rubato la sovranità monetaria dei popoli schiavizzati: dal sistema massonico: JaBullOn, e i salafiti shariah islamici, è vero sono inconcialibili, tra di loro: ma, nella loro ipocrisia: oggi sono alleati per sterminare cristiani: in tutto il mondo: ecco perché, non esiste un futuro per nazioni indipendenati, dal 322 NWO... come, non esiste un futuro per Israele, che, anche se è una puttana massonica: come gli altri, tuttavia, ha l'errore di ricordare la Bibbia: ed il suo Dio JHWH troppo da vicino! ] Un altro sanguinoso assalto dei Boko Haram ha portato distruzione e morte in un villaggio del nord-est della Nigeria. I fondamentalisti islamici hanno attaccato stamane durante la preghiera Kambari, località a circa 5 chilometri da Maiduguri, hanno ucciso 15 persone e hanno incendiato l'intero villaggio. Il presidente Goodluck Jonathan avvia proprio a Maiduguri la sua campagna elettorale in vista delle presidenziali. E domani è atteso in Nigeria il segretario di stato Usa, John Kerry. [ my JHWH holy: in realtà, ogni uomo di questo pianeta: ha diritto di essere amato da me! ed io non ho un problema con le quantità: io non mi farò superare dall'amore di nessuno, ma, io mi farò vincere dall'amore di tutti! io sono Unius REI, l'unica e l'ultima vita: che è rimasta: a questo pianeta: da un punto di vista politicamente possibile.. infatti, io sono la fratellanza universale!
non fa niente che ADBuAllah, finge di essere morto: perché lui ha paura di dovermi amare! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2015/01/24/nigeria-boko-haram-fanno-strage-civili_0b8c85de-3954-499f-9a13-8ae65c185e0a.html
QUESTA DELLA NIGERIA E DI TUTTA LA GALASSIA JIHADISTA: è UNA CONGIURA DELLA LEGA ARABA: CONTRO DI ME UNIU REI
LAGOS, 16 MAG - Uomini armati hanno dato alle fiamme due scuole nel nord della Nigeria, dove il gruppo islamista Boko Haram ha già attaccato decine di istituti sequestrando oltre duecento ragazze. Lo ha reso noti ieri sera la polizia.
 Decine di uomini armati hanno fatto irruzione a bordo di automezzi e moto nei villaggio di Shadarki et Yelwan Darazo, dando fuoco a due scuole. L'attacco, avvenuto mercoledì sera, non ha registrato vittime. KANO (NIGERIA), 25 AGO - Migliaia di abitanti della città nigeriana di Gamboru Ngala stanno fuggendo verso il vicino Camerun dopo un attacco sferrato dalle milizie di Boko Haram. Lo riferiscono testimoni. I miliziani, pesantemente armati, hanno attaccato all'alba in modo coordinato una base militare ed un posto di polizia scatenando intensi combattimenti. La città è situata nello stato di Borno e in maggio era già stata attaccata da Boko Haram con un bilancio di circa 230 civili uccisi. Gli integralisti islamici dell'organizzazione terroristica Boko Haram hanno massacrato molti abitanti nella città nigeriana di Gamboru Ngala, vicino al confine con il Camerun. Lo hanno riferito testimoni. Dopo aver occupato sedi militari e della polizia, riferiscono le fonti, "ora uccidono le persone come fossero polli... Hanno cominciato con omicidi mirati poi hanno continuato con massacri" indiscriminati. Tra gli uccisi, vi é anche il più alto dignitario musulmano della città.
==========================
Il gruppo di contatto sull'Ucraina chiede un incontro urgente
12345
Vauro Senesi: “Nel Donbass è in atto una pulizia etnica pianificata da Kiev”
Vauro Senesi: “Nel Donbass è in atto una pulizia etnica pianificata da Kiev”
Oggi in Italia si parla troppo poco del conflitto ucraino. Così poco che sembra che il problema sia stato risolto da solo. Comunque, per fortuna esistono ancora giornalisti che non si fidano solo delle fonti “ufficiali” e preferiscono vedere la realtà con gli occhi propri. Uno di loro è il famoso vignettista italiano Vauro Senesi che è appena rientrato da Sloviansk ed ha raccontato a “La Voce della Russia” del suo ultimo viaggio in Ucraina. 1
La jihad con il permesso di soggiorno europeo
La jihad con il permesso di soggiorno europeo
Quasi due settimane dopo i sanguinosi attacchi terroristici in Francia, le agenzie di stampa europee continuano a segnalare nuovi arresti di sospetti terroristi e dei loro complici. Essenzialmente si tratta di cittadini residenti nei Paesi dello spazio di Schengen che professano l'Islam radicale. Inoltre ancora una volta emergono elementi di prova, per nulla nuovi, in base ai quali quasi tutti i sospetti hanno ricevuto il loro battesimo di fuoco combattendo tra le file dei jihadisti in Siria, Iraq e in altre zone di crisi del mondo.
Top News
L'opposizione siriana trova intesa per risolvere il conflitto 0:02
La Russia non lascerà la Transnistria in difficoltà 23:18
Medvedev arrivato in Arabia Saudita per i funerali del re Abdullah 22:32
Il gruppo di contatto sull'Ucraina chiede un incontro urgente 21:55
Per diplomazia russa Israele e Palestina devono trovare accordo 21:23
Donetsk, i filorussi segnalano inasprimento del blocco dei trasporti 20:50
Per l'OSCE giunto il momento di una missione di pace in Ucraina 20:11
La Turchia ha perso l'interesse per la UE 19:45
L'Iran dice addio al dollaro 18:56
Il sindaco di Nizza sicuro, necessario onorare contratto Mistral con la Russia 18:07
In Grecia conto alla rovescia per le elezioni parlamentari 17:16
Tutte le notizie
In evidenza
A Davos e`iniziata la 45ma edizione del Forum economico mondiale
A Davos e`iniziata la 45ma edizione del Forum economico mondiale
Dal 21 al 24 gennaio a Davos, in Svizzera, si svolge la 45ma edizione del tradizionale Forum economico mondiale, al quale partecipano rappresentanti dei governi e imprenditori. Quest’anno il Forum si svolge all’insegna di “Nuovo contesto globale”. L’edizione di quest’anno può vantare un record di adesioni: ben 2500 partecipanti. Tuttavia anche il numero di problemi che compongono il “nuovo contesto”, all’insegna del quale si svolge il Forum, non ha precedenti.
Tornerò in Estonia il prossimo 23 Gennaio
Tornerò in Estonia il prossimo 23 Gennaio
Espulso il 15 dicembre dopo essere stato “fermato” dalla polizia estone, sotto accusa di essere “illegalmente sul territorio della Repubblica” in base a un decreto che non era stato reso pubblico, tornerò a Tallinn per tenervi una conferenza sullo stesso tema di quella che mi fu impedito di fare. 2
Toto Quirinale: la maggioranza dei candidati è già bruciata
Toto Quirinale: la maggioranza dei candidati è già bruciata
La rosa dei pretendenti alla carica di Presidente della Repubblica è in continua evoluzione. I media italiani si stanno esercitando nel Toto Quirinale: creano un borsino di papabili che quotidianamente sale e scende nelle quotazioni.
Da Verona a San Pietroburgo un ponte verso l’Eurasia
Da Verona a San Pietroburgo un ponte verso l’Eurasia
Il Forum Economico di San Pietroburgo si apre all’Italia, grazie alla partnership con la fondazione “Conoscere Eurasia” che è stata firmata ufficialmente oggi a Mosca presso la sede di MIA Rossiya Segodnya.
Mosca e Teheran aprono una nuova pagina nella loro cooperazione tecnico-militare
Mosca e Teheran aprono una nuova pagina nella loro cooperazione tecnico-militare
Il 20 gennaio il ministro della Difesa della Russia, generale d’armata Sergey Shoygu, ha terminato la sua visita ufficiale in Iran, la prima negli ultimi 15 anni. A Teheran Shoygu ha svolto trattative con il suo omologo iraniano, generale di brigata Hossein Dehqan, e ha firmato un accordo sulla cooperazione bilaterale nel campo militare. 1
Costo del cibo in Europa: dove si spende di più
Costo del cibo in Europa: dove si spende di più
Gli esperti dell’agenzia RIA Rating hanno pubblicato la nuova classifica degli Stati d’Europa che prende in esame la percentuale dei redditi delle famiglie che viene spesa per il cibo. La Russia è salita di un grado e ora è al 28° posto, davanti alla Lettonia, ma indietro all’Estonia. Dal punto di vista delle spese per le bevande alcoliche e le sigarette i russi sono al 22° posto.
Scelti dai lettori
Il crollo della borsa di Zurigo fa scricchiolare la BCE
Il crollo della borsa di Zurigo fa scricchiolare la BCE
Il continuo crollo della borsa in Svizzera per diversi decimali e per più giorni può aver colto di sorpresa ed essere rimasto inspiegabile a coloro che poco si occupano di economia. Qualcuno potrebbe anche considerarlo non così importante, visto il recupero dei giorni successivi.
“South Stream”: l' Europa alla rincorsa del sogno perduto
“South Stream”: l' Europa alla rincorsa del sogno perduto
Alla fine del 2014 Vladimir Putin ha annunciato la chiusura del progetto South Stream. La nuova priorità di Gazprom adesso è la Turchia. Ciò spiega la decisione di Gazprom di acquistare la società turca che vende il gas. In tal modo il colosso russo sta forzando il progetto turco, restringendo così le prospettive del progetto europeo di “Corridoio meridionale”. 1
Da Verona a San Pietroburgo un ponte verso l’Eurasia
Da Verona a San Pietroburgo un ponte verso l’Eurasia
Il Forum Economico di San Pietroburgo si apre all’Italia, grazie alla partnership con la fondazione “Conoscere Eurasia” che è stata firmata ufficialmente oggi a Mosca presso la sede di MIA Rossiya Segodnya.
Yatsenyuk alla TV tedesca
Yatsenyuk alla TV tedesca
Non si placa in Russia la polemica scaturita in seguito alle clamorose dichiarazioni rese dal primo ministro ucraino in occasione della sua visita a Berlino la scorsa settimana. „L'Unione Sovietica invase Ucraina e Germania durante la seconda guerra mondiale. Dobbiamo evitare che si ripeta“ ha detto. 11
Jobs Act: solo un bluff o è davvero un cambiamento?
Jobs Act: solo un bluff o è davvero un cambiamento?
È profondo rosso per i dati sull’occupazione in Italia. I centomila posti nuovi millantati da Renzi sono stati smentiti dall’Istat, secondo cui nel 2014 ne sono stati persi 48mila, nonostante il primo pacchetto di mini riforme sul mercato del lavoro sia in pista da qualche mese. Vi sarà un’inversione di tendenza grazie al Jobs Act, fresco di approvazione parlamentare? L’attuale premier vi aveva investito molte promesse nel suo percorso di avvicinamento alla poltrona di Capo del governo. Ora che è legge (si attendono solo i decreti attuativi, già scritti e in discussione) La Voce della Russia ha chiesto un’opinione a Franco Chiaramonte, direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro.
==================================
 24-01-2015 14:07 Mondo
Nigeria: Boko Haram fanno strage civili
Un altro sanguinoso assalto dei Boko Haram ha portato distruzione e morte in un villaggio del
23-01-2015 17:02Mondo
Terrorismo: Kerry, liberare Iraq da Isis
Segretario di Stato Usa, John Kerry, al Wef di Davos. Kerry ha più volte citato Boko Haram
22-01-2015 16:48Mondo
Camerun, esercito uccide 12 Boko Haram
- YAOUNDE', 22 GEN - Dodici miliziani jihadisti di Boko Haram
21-01-2015 17:14Mondo
Nigeria: Unicef,1 milione civili in fuga
imperversano i terroristi di Boko Haram, mentre più di 135.000 hanno cercato rifugio in Camerun, Ciad e
5News
21-01-2015 07:23Mondo
Nigeria:Boko Haram rivendica strage Baga
Il leader di Boko Haram, Abubakar Shekau, ha rivendicato in un video pubblicato su YouTube la
20-01-2015 16:38Mondo
Boko Haram in Camerun, 10mila in fuga
Terrorizzati dai sanguinosi attacchi di Boko Haram, almeno 10.000 civili sono in fuga dalle loro
19-01-2015 18:11Mondo
Boko Haram: Merkel, fondi Ue per Ghana
regionali a disposizione contro i fondamentalisti di Boko Haram, e Angela Merkel intende sondare con
19-01-2015 08:45Mondo
Camerun:liberati 24 rapiti da Boko Haram
L'esercito del Camerun ha liberato 24 delle 80 persone rapite ieri dai miliziani di Boko Haram
9Video
19-01-2015 08:15VideoGallery
Boko Haram attacca ancora, rapiti 50 bimbi in Camerun
Nuovo attentato kamikaze in Nigeria, morti e feriti...
18-01-2015 13:52Mondo
Boko Haram attacca ancora, rapiti 50 bimbi in Camerun
Non si ferma l'ondata di violenza e di orrore da parte dei Boko Haram. Una ottantina di
18-01-2015 17:32Mondo
Boko Haram rapisce 80 persone in Camerun

nel nord, di cui si sospetta Boko Haram. Lo riferisce il sito itv news. Secondo un portavoce del
12News
18-01-2015 13:52Mondo
Nigeria: kamikaze nel nord est, 4 morti
zona sono attivi da tempo i Boko Haram che hanno esteso il suo controllo su buona parte della regione
=======================
i satanisti Illuminati Bildenberg: Spa FMi, FED BCE Banca Mondiale usurai Rothschild farisei: hanno rubato la sovranità monetaria dei popoli schiavizzati: dal sistema massonico: JaBullOn, e i salafiti shariah islamici, è vero sono inconcialibili, tra di loro: ma, nella loro ipocrisia: oggi sono alleati per sterminare cristiani: in tutto il mondo: ecco perché, non esiste un futuro per nazioni indipendenati, dal 322 NWO... come, non esiste un futuro per Israele, che, anche se è una puttana massonica: come gli altri, tuttavia, ha l'errore di ricordare la Bibbia: ed il suo Dio JHWH troppo da vicino! ] Un altro sanguinoso assalto dei Boko Haram ha portato distruzione e morte in un villaggio del nord-est della Nigeria. I fondamentalisti islamici hanno attaccato stamane durante la preghiera Kambari, località a circa 5 chilometri da Maiduguri, hanno ucciso 15 persone e hanno incendiato l'intero villaggio. Il presidente Goodluck Jonathan avvia proprio a Maiduguri la sua campagna elettorale in vista delle presidenziali. E domani è atteso in Nigeria il segretario di stato Usa, John Kerry. [ my JHWH holy: in realtà, ogni uomo di questo pianeta: ha diritto di essere amato da me! ed io non ho un problema con le quantità: io non mi farò superare dall'amore di nessuno, ma, io mi farò vincere dall'amore di tutti! io sono Unius REI, l'unica e l'ultima vita: che è rimasta: a questo pianeta: da un punto di vista politicamente possibile.. infatti, io sono la fratellanza universale!
non fa niente che ADBuAllah, finge di essere morto: perché lui ha paura di dovermi amare! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2015/01/24/nigeria-boko-haram-fanno-strage-civili_0b8c85de-3954-499f-9a13-8ae65c185e0a.html
QUESTA DELLA NIGERIA E DI TUTTA LA GALASSIA JIHADISTA: è UNA CONGIURA DELLA LEGA ARABA: CONTRO DI ME UNIU REI
LAGOS, 16 MAG - Uomini armati hanno dato alle fiamme due scuole nel nord della Nigeria, dove il gruppo islamista Boko Haram ha già attaccato decine di istituti sequestrando oltre duecento ragazze. Lo ha reso noti ieri sera la polizia.
 Decine di uomini armati hanno fatto irruzione a bordo di automezzi e moto nei villaggio di Shadarki et Yelwan Darazo, dando fuoco a due scuole. L'attacco, avvenuto mercoledì sera, non ha registrato vittime. KANO (NIGERIA), 25 AGO - Migliaia di abitanti della città nigeriana di Gamboru Ngala stanno fuggendo verso il vicino Camerun dopo un attacco sferrato dalle milizie di Boko Haram. Lo riferiscono testimoni. I miliziani, pesantemente armati, hanno attaccato all'alba in modo coordinato una base militare ed un posto di polizia scatenando intensi combattimenti. La città è situata nello stato di Borno e in maggio era già stata attaccata da Boko Haram con un bilancio di circa 230 civili uccisi. Gli integralisti islamici dell'organizzazione terroristica Boko Haram hanno massacrato molti abitanti nella città nigeriana di Gamboru Ngala, vicino al confine con il Camerun. Lo hanno riferito testimoni. Dopo aver occupato sedi militari e della polizia, riferiscono le fonti, "ora uccidono le persone come fossero polli... Hanno cominciato con omicidi mirati poi hanno continuato con massacri" indiscriminati. Tra gli uccisi, vi é anche il più alto dignitario musulmano della città.
============================
 Benyamin Netanyahu HA RAGIONE AL 100%, SONO I FARISEI BILDENBERG COMUNISTI, CHE HANNO TRASFORMATO LA LEGA ARABA SHARIA, IN UNA MINACCIA NUCLEARE NAZISTA SHARIAH IMPERIALISMO! ] [ IO PRETENDO LO STATO LAICO IMMEDIATAMENTE! ] [ certo, la LEGA ARABA SHARIAH, FINGE, DI COMBATTERE GLI ISLAMICI BOKO HARAM SHARIAH: (non c'è vera convinzione o vera determinazione)... I RISULTATI DEL GENOCIDIO DEI CRISTIANI SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI! PER LA LEGA ARABA: I CRISTINI NON SONO I SUOI CITTADINI, MA, SONO I NEMICI DHIMMI SCHIAVI, I TRADITORI: CHE: DEVONO ESSERE STERMINATI! non possiamo pensare di vivere in pace: in un pianeta con questa impostazione Onu OIC Shariah? NOI NON PENSIAMO CHE QUALCUNO, UNA PERSONA ONESTA: DEVE ESSERE ODIATO PER LA SUA IDENTITà...
I am an son of God ] 666GiudaicoMassonica
https://www.youtube.com/user/666GiudaicoMassonica/discussion
I am the political project of the King of Israel
REI unius, is an attorney, for the salvation of the world politics: in fact, I represent politically the Kingdom of God

Unius REI, è un procuratore, per la salvezza politica del mondo: infatti, io rappresento politicamente il regno di Dio.. May e lord JHWH HOLY, should be protect you from evil spirit for me... ok.. grazie blessings too
 STOP ALLA INFESTAZIONE DEI SATANISTI CANNIBALI DELLA CIA NATO: IL SISTEMA MASSONICO NWO DEI BILDENBERG: LA USUROCRAZIA MONDIALE.. STOP A TUTTO QUESTO! OPPURE PRESTO MORIRANNO: NELLA GUERRA MONDIALE: 5 MILIARDI DI PERSSONE!
Mirko Mime Avoni https://drive.google.com/file/d/0B1GPT9LyPxqZZVhlTmU4clR5em8/view?usp=sharing Catellani https://www.facebook.com/camillo.catellani mi ha dichiarato di essere un satanista: "satana è di nuovo tra noi e farà grandi cose" lui mi ha detto! IO CREDO, ED IO SONO SICURO: CHE, QUESTA è UNA ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE, DELLA CIA BILDENBERG, NWO FMI SPA BANCA MONDIALE.. E CHE MAI IL GENERE UMANO SIA STATO COSì IN PERICOLO COME OGGI!.. ECCO PERCHé LA LEGA ARABA SHARIAH JIHADISTI è IMPAZZITA!

la LEGA ARABA SHARIAH LA DEVE SMETTERE DI MINACCIARE IL GENERE UMANO... LA LEGA ARABA FINGE DI COMBATTERE GLI JIHADISTI... INFATTI HANNO LA STESSA SHARIAH MECCA: IN COMUNE
Mirko Mime Avoni https://www.facebook.com/mirko.avoni la LEGA ARABA nazisti Onu, shariah, sono autorizzati a commettere ogni genocidio, la deve smettere di fare uccidere dalla sua galassia jihadista shariah, tutti coloro che, loro non sono i sunniti!... e ti dovresti vergognare di cedere alla maldicenza calunnia di https://www.facebook.com/camillo.catellani contro di me, senza argomentazioni... che, lui sembra, proprio: un agente del demonio, cioè, è un agente della CIA!.. anche perché, io sono quì, per dare motivazioni e giustificazioni a tutti!
==========================
FROM https://www.facebook.com/ernest.nkeraguhiga ] as Christians have done the massacre of 1993? Hutu AGAINST Hutu. Why? also, in English please! ] [ I am the political project of the King of Israel
That is the question that I have asked a priest saying, my father why the majority of Catholic Christians have the 1993 massacre? he hardly responded and saying: we found it my friend. I am a Catholic Christian.
Jesus that will always guide.. as, Christians have done the massacre of 1993? Why?
That they even massacre as we did the massacre in Rwanda because Rwanda and Burundi knew almost same story. as in Rwanda and Burundi there are Hutu and Tutsi. home Hutu massacre were saying Let them want revenge against the Hutu president killed in 1993 by soldants supposedly Tutsi.
But this does not mean that the Hutu were commancer to kill the Tutsi. For example, the president lived 200km from home so I do not understand how the Hutus took machetes to kill Tutsis and the same body positions. they had received training to kill Tutsis.
I know even you do not know, really, why a ethnicity,
have you tried to do genocide against another ethnicity and... There is a rational explanation for all this evil!
very good message, I also thought of that but so killing us, killing people in my ethnic Hutus killed before all men and boys children so they wanted to exterminate Tutsi l`ethnie but they forgot the powerful god. for some moms who were killed impregnate it as is done by killing a goat to check that they killed a mother who had a boy child in her womb.. touching.
that`s most touching and the consequences can not miss as to study the problems........... example last year I'm d`etude university but no means to complete the studies and plus I have three brothers (Aimable, Alice and Alexis), which are dependent on me to study too. you see the consequences of the war ????????? ok good night and be with jesus
===============================
Natale Raccuglia TERZA PARETE ______ IL RINOVAMENTO ___ LA NUOVA NASCITA___
E' deplorevole che mediante le tante e diverse corrento relgiosi, la via stretta del Signore e le esperienze appartenenti al seguire Gesù vengono presente in modo totalmente contorto. La conversazione con Dio deve essre semprice e fatta con fede come se si rispondesse ad una lettera. Dio ci ha difatti scritto poichè, tramite la Sua Parola --- la Sacra Bibbia --- ci parla e, in preghiera, noi parliamo con Lui. Egli fa la Sua offerta, ci fa conoscere la Sua volontà, e nella preghiera ci riferiamo ad essa e Lo ringraziamo per tuttu. Cosi' l'uomo arriva ad una comuione personale con Dio.
Nella fede e nella fiducia lasciamo che la Parola di Dio ci parli e, ad un tratto, sentiamo che Essa si rivolge a noi personalmente, come a Nicodemo: "In verità, in verità Io Ti dico che se uno non è nato di nuovo, non puo' vedere il Regno di Dio". L'esperienza della NUOVA NASCITA è una condizione Divina assoluta per poter entrare nel Regno di Dio. "Non ti maravigliare se T'ho detto: Bisogna che NASCI DI NUOVO"( Giov 3: 3- 7 ). Questa esperienza non ha nessuna relazione con la credenza religiosa della reincarnazione --- secondo la quale l'uomo assume un'altra vita corporea dopo la morte --- che spesso, viene erroneamente designata quale NUOVA NASCITA. Come la Sacra Scritura in segna, alla Nuova nascita, l'uomo cosi com'è e vive, diventa credente, riceve la Parola di Dio, e lo Spirito Santo compie la generazione producendo nella sua anima una vita nuova, Divina.
"Ma quando la benegnità di Dio, nostro Salvatore, e il suo amore verso gli uomini sono stati manifestati Egli ci ha salvati non per opre giuste che noi avessimo fatte, ma secondo la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e il rinovamento dello Spirito Santo, ch'Egli ha compiosamente sparso su noi per mezzo di Gesù Cristo, nostro Salvatore, affinchè, giustificati per la Sua grazia, noi fossimo fatti eredi secondo la speranza della vita eterna ( Tito 3: 4 -7).
L'apostolo Paolo scrive a Tito: '"Infatti la grazia salvificA di Dio si è manifestata per tutti gli uomini... 3( Tito 2: 11 ). L'uomo graziato riconosce cio' che è necessario alla propria salvezza. Nelle epistole vengono descritte le esperieze di coloro che hanno visto e sperimentare Cristo. Poichè "Gesù Cristo è lo stesso ieri oggi e in eterno "( Ebr 13: 8 ), opera le stesse cose in tutti coloro che vengono a Lui. Chi riceve la Parola di Verità sperimenta cio' che è stato promesso in Essa. "Egli ci ha di Sua volontà generati mediante la Parola di Verità, affinchè siamo in certo modo le primizie della Sue creature" (Giac 1: 18 ).
Pietro esprime gli stessi penzieri scrivendo; "Avendo purificate le anime vostre coll'ubbidienzo alla Verità per arrivare a un amor fraterno non finto, amatevi l'un l'altro di cuore, intensamente, poichè siete stati rigenerati non da seme ( religgioso ) corruttibile, ma INCORRTTIBILE, MEDIANTE LA PAROLA DI DIO VIVENTE E PERMANENTE "(1 Pietro 1: 22- 23 ).Chi fa delle esperienze personale con Dio cosi' come sono descritte nella Parola, Divina una parte della Sua Parola e della Sua volontà e viene inserito nel consiglio di salvezza di Dio; dal canto loro queste persone possono intendere tutto cio' che sta scritto. Questo <<essere uno<< dei redenti con il Redentore è necessario, affinchè si veda coome Egli vede e si voglia cio' che Egli vuole. Dio vibenedica riccamente ; viinvito a leggere i primi due commenti, per capire il soggetto------- IL RINOVAMENTO DELLA NUOVA NASCITA ------ TERZA PARTE----
Natale Raccuglia
=========================
shariah OTTOMANS WORLD CONQUEST ] LA LEGA ARABA HA LANCIATO: AGGRESSIVAMENTE, LA SUA RELIGIONE shariah: NAZISTA, COME UNA ESTREMA MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO.. ed è proprio vero che stanno finendo di sterminare tutti i cristiani nella LEGA ARABA, e stanno facendo la pulizia etnica in Nigeria! QUESTA STORIA DI COMBATTERE GLI JIHADISTI SHARIAH? PER LA LEGA ARABA SHARIAH: NON POTREBBE MAI ESSERE UNA COSA SERIA! [ Nicola Vendola, detto Nichi, è un politico italiano. Presidente nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, è presidente della Regione Puglia dall'aprile 2005 ] NON SO, SE, LUI OGGI HA CONDANNATO LA MIA METAFISICA: per condannare anche la oggettiva: razionale: legge universale e legge naturale! (1. non dire bugie; 2. non fare il male! 3. non violare il progetto sessuale naturale: come progetto per la famiglia! INFATTI, IL MATRIMONIO NON è UN DIRITTO CIVILE, MA, è UN DIRITTO NATURALE! ) [ e questo sarebbe un errore tragico: per lui, perché, lo sfacelo, disgregazione sociale, perdita di identità sociale: perdita di sovranità (che è il fondamento della democrazia) per il suo relativismo: regime Bildenberg, che, è: tutti i TRADITORI ROTHSCHILD IL FARISEO 322 NWO SPA: LA PIRAMIDE: CHE RISPONDE ALLA ENTITà INTELLIGENTE GMOS A.I., COME VELTRONI A DETTO? TUTTO: il frutto, della usura bancaria internazionale: PER PAGARE IL NOSTRO DENARO IL 270%, DEL SUO VALORE( come ha detto, ed ha dimostrato: lo scienziato Giacinto Auriti). CHI CI HA FATTI IVENTARE GLI SCHHIAVI DI TUTTO QUESTO!!. tutto questo sfacelo: è sotto gli occhi di tutti! CHE PROPRIO IO SONO LA LIBERTà DI COSCIENZA, MENTRE, NEL SUO ODIO ALLA CIVILTà EBRAICO-CRISTIANA, LUI STA APRENDO LA STRADA AD UN ISLAM, CHE, OGGI NON è UNA RELIGIONE, MA, PER COLPA DELLA SHARIAH è UN PROGETTO IMPERILISTICO NAZISTA! che importa a lui di tutti i GAY e di tutti i cristiani che hanno subito il genocidio nella LEGA ARABA? perché lui mi lascia solo contro la shariah? Perché ONU OIC massonico: ha violato tutti i diritti umani?... a che cosa ci sta per portare, il suo relativismo? dall'aborto alla eutanasia, noi stiamo passando per la pedofilia? questa è la nuova civiltà del GENDER? la guerra mondiale. [[ LA LUSSURIA IN SE STESSA UN DIRITTO ED IL NUOVO VOLTO DELLA VIRTù! ]].. il fuoco atomico: che, scende dal cielo su: Sodoma e Gomorra: è tutto quello che: lui ci sta per regalare!
====================
voi vi dovete preparare a respingere: la aggressione turca ottomano impero ] dovete preparare con Israele e Russia.. delle adeguate strutture difensive! ] [ Tsipras:Troika finita,voto antiausterità. "I greci hanno mostrato la strada del cambiamento all'Europa".. ATENE [ il debito è illegittimo perché la sovranità monetaria è dei popoli! IL DEBITO VA NEGATO! ] 25 gennaio 2015 ATENE, "Oggi il popolo greco ha fatto la storia". Con questa parole il leader di Syriza, Alexis Tsipras, ha aperto il suo discorso parlando alla piazza in festa ad Atene dopo i risultati del voto. "I greci hanno mostrato la strada del cambiamento all'Europa", ha proseguito Tsipras, parlando di "nuova Europa basata sulla solidarietà" e definendo la troika "una cosa del passato. Il voto contro l'austerità è stato forte e chiaro".
======================
Benyamin Netanyahu SCOMMETTIAMO, che, se io vengo in Israele: ABDuAllah risorge immediatamente? QUESTA DELLA LEGA ARABA? è TUTTA UNA TRUFFA MORTALE! ] https://www.youtube.com/watch?v=13la79n1Gyo Muslims Behead an Apostate /watch?v=13la79n1Gyo ] [ http://www.israelvideonetwork.com/woman-beheaded-in-broad-daylight-in-moderate-muslim-nation-while-police-watch/ ] Rohani SHARIAH DICE: "l'Isis SHARIAH vuole distruggere la civiltà" E CHI HA CONVINTO IL COGLIONE DI ROHANI, CHE LUI è LA CIVILTà? OBAMA 666 GENDER GLI HA DETTO: TU SEI LA CIVILTà! ] [ PER QUANTO POSSA EFFETTIVAMENTE ESSERE: PROPRIO QUESTO IL SATANISMO DEI FARISEI TALMUD BILDENBERG ILLUMINATI: FMI FED BCE SPA BANCA MONDIALE.. MA, TUTTA LA LEGA ARABA SHARIAH: è LA MORTE DELLA STORIA E DELLA EVOLUZIONE UMANA: ESSA SI è FORMATA ATTRAVERSO, IL GENOCIDIO: SISTEMATICO: DAL FALSO PROFETA MAOMETTO, COME: è ANCHE: TUTT'OGGI.. ED OGGI SI INGRANDISCE, SOTTO I NOSTRI OCCHI, PERCHé, USARE TECNICHE DI GENOCIDIO: SIA DIRETTE, CHE INDIRETTE: CONTRO, I DHIMMI CRISTIANI! QUINDI, QUESTA LEGA ARABA PUò ESSERE FERMATA SOLTANTO, ATTRAVERSO, IL GENOCIDIO, CHE, NOI POSSIMO FARE CONTRO DI LORO! ] [ Isis: Iran contro intervento Turchia, Teheran 'avverte' Ankara, non entrate in Siria e in Iraq ] [ SONO NAUSEATO DI QUESTA IPOCRISIA ISLAMICA, CHE, TUTTI HANNO LA STESSA SHARIAH CRIMINALE: IN COMUNE. E CHE TUTTI SI INGINOCCHIANO: ALLA STESSA MECCA IMPERIALISMO. E SONO NAUSEATO, CHE, I SATANISTI MASSONI FARISEI ANGLO-AMERICANI... FINGONO DI ESSEE I COGLIONI: INGENUI, CHE, NON CAPISCONO LA IPOCRISIA CONCERTATA DELLA LEGA ARABA! QUESTO è TUTTO UN COMPLOTTO: CONTRO, ISRAELE, E, CONTRO, IL GENERE UMANO: TUTTO INTERO! [ CAZZO, QUESTI BASTARDI, HANNO FATTO IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI ANCHE IN NIGERIA, COME IN HANNO GIà FATTO IN KOSOVO! ] Rohani: TU SEI UN COGLIONE! NOI AVREMMO UNA CIVILTà, SE, NOI AVESSIMO, LA SOVRANITà MONETARIA, SE, NOI FOSSIMO: LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA! NOI SIAMO IL SATANISMO MASSONICO BILDENBERG NIKY VENDOLA... QUALCOSA, DI ABOMINIO, CHE, NON MERITA, DI: SOPRAVVIVERE, NEANCHE, DI FRONTE AL VOSTRO NAZISMO, FANATICO, SENZA RECIPROCITà, SENZA LAICITà, E SENZA DIRITTI UMANI.. ASSASSINI SERIALI: SOTTO LA SUPERVISIONE ONU SHARIAH! TUTTO IL GENERE UMANO? NON POTRà ESSERE SALVATO... TU FAI PIù ARMI ATOMICHE: CHE, TU PUOI FARE, AL PIù PRESTO! PERCHé: IL NWO FMI HA GIà UCCISO ISRAELE! ] Rohani: "l'Isis vuole distruggere la civiltà ma la colpa è vostra".. Il presidente iraniano bacchetta l'Occidente per l'errata strategia in Medio Oriente ] [ shariah OTTOMANS WORLD CONQUEST ] LA LEGA ARABA HA LANCIATO: AGGRESSIVAMENTE, LA SUA RELIGIONE shariah: NAZISTA, COME UNA ESTREMA MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO.. ed è proprio vero che stanno finendo di sterminare tutti i cristiani nella LEGA ARABA, e stanno facendo la pulizia etnica in Nigeria! QUESTA STORIA DI COMBATTERE GLI JIHADISTI SHARIAH? PER LA LEGA ARABA SHARIAH: NON POTREBBE MAI ESSERE UNA COSA SERIA! [ Nicola Vendola, detto Nichi, è un politico italiano. Presidente nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, è presidente della Regione Puglia dall'aprile 2005 ] NON SO, SE, LUI OGGI HA CONDANNATO LA MIA METAFISICA: per condannare anche la oggettiva: razionale: legge universale e legge naturale! (1. non dire bugie; 2. non fare il male! 3. non violare il progetto sessuale naturale: come progetto per la famiglia! INFATTI, IL MATRIMONIO NON è UN DIRITTO CIVILE, MA, è UN DIRITTO NATURALE! ) [ e questo sarebbe un errore tragico: per lui, perché, lo sfacelo, disgregazione sociale, perdita di identità sociale: perdita di sovranità (che è il fondamento della democrazia) per il suo relativismo: regime Bildenberg, che, è: tutti i TRADITORI ROTHSCHILD IL FARISEO 322 NWO SPA: LA PIRAMIDE: CHE RISPONDE ALLA ENTITà INTELLIGENTE GMOS A.I., COME VELTRONI A DETTO? TUTTO: il frutto, della usura bancaria internazionale: PER PAGARE IL NOSTRO DENARO IL 270%, DEL SUO VALORE( come ha detto, ed ha dimostrato: lo scienziato Giacinto Auriti). CHI CI HA FATTI DIVENTARE GLI SCHIAVI DI TUTTO QUESTO! tutto questo sfacelo: è sotto gli occhi di tutti! CHE PROPRIO IO SONO LA LIBERTà DI COSCIENZA, MENTRE, NEL SUO ODIO ALLA CIVILTà EBRAICO-CRISTIANA, LUI STA APRENDO LA STRADA AD UN ISLAM, CHE, OGGI NON è UNA RELIGIONE, MA, PER COLPA DELLA SHARIAH è UN PROGETTO IMPERIALISTICO NAZISTA! che importa a lui di tutti i GAY e di tutti i cristiani che hanno subito il genocidio nella LEGA ARABA? perché lui mi lascia solo contro la shariah? Perché ONU OIC massonico: ha violato tutti i diritti umani?... a che cosa ci sta per portare, il suo relativismo? dall'aborto alla eutanasia, noi stiamo passando per la pedofilia? questa è la nuova civiltà del GENDER? la guerra mondiale. [[ LA LUSSURIA IN SE STESSA UN DIRITTO ED IL NUOVO VOLTO DELLA VIRTù! ]].. il fuoco atomico: che, scende dal cielo su: Sodoma e Gomorra: è tutto quello che: lui ci sta per regalare!

my JHWH holy.. questo mondo di: farisei salafiti, sauditi ottomani, satanisti Spa Banca Mondiale: 322 Bush Rothschild shariah califfato Nwo: per disintegrare Israele ed Europa? e per islamizzare l'Africa, attraverso, il Nazismo shariah Onu Lega ArABA? io lo devo cambiare! [ Siria:ong, 100 bambini morti di fame. In tutto oltre 300 civili deceduti da stenti tra Damasco e Homs. 27 dicembre 2014] C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! https://www.youtube.com/user/JezabelIxloveIMF666N/discussion
Un nuovo massacro scuote il Kenya: una banda di miliziani integralisti Shabaab ha assaltato un autobus non lontano dal confine con la Somalia, nei pressi di Mandera. Panico tra i 60 passeggeri a bordo: i jihadisti che hanno sposato la causa dell'Isis hanno fatto scendere dal mezzo chi pensavano non fosse musulmano. Hanno iniziato a chiedere a ciascun passeggero quante volte al giorno pregasse e di recitare un versetto del Corano. Chi non c'è riuscito è stato ucciso a sangue freddo, con un colpo alla testa.


"E' stato un inferno", ha raccontato uno dei superstiti: "Mia moglie è stata uccisa davanti ai miei occhi", dice Douglas Ochwodh, un insegnante di 36 anni. "Le hanno sparato alla testa, come agli altri. Ero coperto dal suo sangue". Secondo questa testimonianza, i miliziani volevano rapire tutti i passeggeri e portarli in Somalia, ma il bus si è impantanato nel fango.
Secondo altre tesi, i jihadisti hanno costretto il bus a uscire dalla strada principale portandolo in una isolata, dove sono arrivati altri uomini armati, tutti a volto coperto, che hanno iniziato la mattanza.


Le vittime "sono in gran parte insegnanti e paramedici", affermano le autorità locali mentre procede l'identificazione dei cadaveri in un obitorio di Nairobi. Con tutta probabilità, ma non c'è alcuna conferma ufficiale, si tratta di fedeli cristiani. "La morte di questi 28 crociati è una vendetta per i crimini commessi dall'esercito contro i musulmani a Mombasa", hanno detto gli integralisti somali Shabaab, rivendicando l'esecuzione di massa mentre la notizia faceva ancora il giro del mondo. Il portavoce Ali Mohamud Rage, ha affermato di aver agito per "rappresaglia" ai raid antiterrorismo condotti dalla polizia kenyana in alcune moschee di Mombasa, che ha portato all'arresto di numerose persone e al sequestro di ingenti quantità di armi.


Le autorità avevano messo in guardia su una possibile 'incursione' degli Shabaab, sotto scacco in Somalia ma decisi a estendere la propria influenza terroristica nella regione.


Oggi la strage, che ha scatenato la rabbia della popolazione: "Solo nell'ultimo anno ci sono stati 15 attacchi, con morti e feriti, sempre sulla stessa strada", denuncia un deputato locale. "Abbiamo chiesto al governo di garantirci sicurezza, ma hanno fatto finta di non sentire".


I militari hanno lanciato una maxi offensiva a caccia dei responsabili, che probabilmente si sono già dileguati oltrefrontiera. Il governatore di Mandera lancia l'allarme: "E' solo questione di tempo, dalla Somalia diffonderanno il caos e il terrore anche qui".

LA SCHEDA - Al-Shabaab, fanatici nati da guerra civile
Nella Somalia precipitata nel caos e nella guerra civile dopo la caduta del dittatore Siad Barre nel 1991 - decisivo l'intervento americano e degli alleati occidentali a fianco dei ribelli nell'operazione "Restore Hope" - gli al Shabaab ("giovani", in arabo) cominciano a definirsi come organizzazione integralista pochi anni dopo nel corso dell'insurrezione contro le truppe etiopi. Queste ultime erano penetrate in Somalia nel 2006 per rovesciare, sempre con il sostegno degli Usa, l'Unione dei Tribunali Islamici che aveva preso il controllo della capitale Mogadiscio. Nel 2009 gli al Shabaab hanno dichiarato la loro alleanza con al-Qaida che li ha ufficialmente integrati nella sua rete terroristica all'inizio del 2012. Ciò nonostante, nel 2011 sono stati costretti a ritirarsi da Mogadiscio dai soldati dell'Unione Africana (Amisom) e hanno gradualmente perso tutte le loro roccaforti nel centro e nel sud del Paese. Continuano però a controllare vaste zone rurali e da qui partono per spettacolari quanto sanguinosi attentati sia a Mogadiscio sia, dall'anno scorso, anche nel vicino Kenya. Nairobi è, a loro avviso, colpevole di aver lanciato proprio a partire dalla fine del 2011 una campagna militare contro le loro basi nel sud della Somalia. E' del settembre 2013 il sanguinoso assalto al centro commerciale Westgate a Nairobi (67 morti) ma un numero ancora superiore di vittime (76) gli al-Shabaab erano già riusciti ad ottenerlo nel luglio 2010 a Kampala, capitale dell'Uganda, altro Paese finito nel mirino dei fanatici integralisti islamici somali per la sua partecipazione alla missione Amisom. L'ultimo attacco rivendicato da al-Shabaab è di oggi. I miliziani hanno brutalmente ucciso 28 passeggeri di un autobus, in una località kenyana al confine con la Somalia, "colpevoli", ai loro occhi, di non essere musulmani. Attualmente l'organizzazione terroristica può contare su migliaia di guerriglieri (tra i 5.000 e i 9.000 secondo gli osservatori) e sul sostegno obbligato delle popolazioni rurali, prive di qualsiasi difesa, praticamente abbandonate dal traballante potere centrale e sottoposte a vessazioni di ogni genere dai radicali islamici. Contro di loro sono schierati i militari dell'Unione Africana (22.000 uomini) che finora pero' non hanno spinto la loro offensiva vero l'estremità meridionale della Somalia.
===========================
TUTTI COLORO CHE RIVENDICANO LA SHARIAH RIVENDICANO ANCHE LA MORTE DI ISRAELE! ] in questi scontri tribali tra sciiti e sunniti? nessun cristiano potrebbe sopravvivere.. che, poi, è proprio questo, il risultto voluto, dai sauditi salafiti e complici 322 Bush: farisei: Illuminati: un solo anticristo: di Fmi Spa NWO..
ecco perché, io sono stato costretto ad abbandonare Assad, dopo avergli salvato la vita.. perché, lui si è ostinato a non condannare la shariah: che rappresenta la CONGIURA CONTRO ISRAELE! TUTTI COLORO CHE RIVENDICANO LA SHARIAH RIVENDICANO ANCHE LA MORTE DI ISRAELE! ] Poroshenko è COMPLETAMENTE CONTRADDITTORIO, perché, istigato da MERKEL Bildenberg, CIA NATO, infatti, senza guerra mondiale nucleare, con: i suoi 5 miliardi di morti, questo: PARASSITARIO ED USUROCRATICO: Fondo Monetario, Spa, Banca Mondiale, non ci può più portare fuori da questa fase recessiva! ] è CHIARO: IN FASE DI RECESSIONE: NON è PIù POSSIBILE PAGARE IL MUTUO, OPPURE, SITUAZIONI DI DEBITO PUBBLICO.. EPPURE, LE BANCHE CONTINUANO A LUCRARE INTERESSI IMPOSSIBILI, MENTRE, I POPOLI STANNO MORENDO! QUESTO SISTEMA BANCARIO è TOTALMENTE CRIMINALE.. INFATTI, NESSUNA COSTITUZIONE PREVEDE LA CESSIONE DELLA SOVRANITà MONETARIA! ADESSO SCEGLIETE, O LA VITA DEI POPOLI, OPPURE, LA VITA DEL FMI 322 NWO.. COSA AVETE DECISO?
Al Forum di Davos gli analisti dicono no alla guerra di sanzioni Russia-UE..
Gli economisti tedeschi favorevoli ad una zona di libero scambio con la Russia..
"La NATO discuterà le minacce nucleari provenienti dalla Russia"
Mosca spera in influenza UE su Kiev per avvio risoluzione crisi Donbass
Russia, Lavrov sicuro: possibile soluzione pacifica nel Donbass 19:23
L'Ucraina introduce e appesantisce le sanzioni contro la Russia..
Mosca ritiene bombardamento di Mariupol provocazione per far saltare accordi di Minsk.
Poroshenko parla di pace e l'esercito si prepara alla guerra nel Donbas.
Al via le elezioni parlamentari in Grecia: alta l'affluenza.
Crisi ucraina, calma a Mariupol e bombardamenti su Donetsk.
Poroshenko chiede negoziati con Mosca.
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! /user/666GiudaicoMassonica/discussion Fort Rus ha aggiunto 2 nuove foto.
A Debaltsevo l'esercito Novorusso sta chiudendo i punitori ucraini dentro un nuovo calderone
Gli eserciti delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk si sono ricongiunti e hanno creato a Debaltsevo una sacca con circa 7.500 soldati ucraini.
Un soldato della Repubblica di Lugansk ha riferito che le forze armate delle repubbliche hanno circondato la città occupata di Debaltsevo e che l'esercito ucraino è in preda al panico a Lisichansk:
"Le milizie della DNR e della LNR hanno circondato Debaltsevo. Gli Ukrops hanno un sacco di perdite. Sono nel panico a Lisichansk. Andare a Debaltsevo con le milizie della DNR è una bella cosa. Si tratta senza dubbio di un successo. Debaltsevo sarà una Ilovaysk 2.0. Ero vicino a Debaltsevo - si può prendere in un giorno".
Secondo la milizia, il gruppo di punitori vicino a Debaltsevo consiste in circa 7.500 uomini.

Giovanni Rubino · Top Commentator · Università di Bologna
guerrafondaio e' il FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE che ha garantito il prestito all' Ucraina solo se mantiene la sua unita' territoriale cioe' tradotto..... trucidate i filorussi e noi vi diamo i soldi. c'e' ancora qualcuno che dubita sul fatto che il governo mondiale e chi lo appoggia e' responsabile di questa guerra ?
MA, POI, SI è SCOPERTO CHE è STATO UN CACCIA DI KIEV AD AVERE ABBATTUTO L'EREO PASSEGGERI DELLA MALESIA... CON SCOPO INTENZIONALE.. INFATTI L'AEREO DELLA MALESIA è STATO ANCHE MITRAGLIATO!